Andrey Sazonov il giorno del verdetto

Verdetti ingiusti

A Uray, Andrej Sazonov è stato nuovamente multato per aver letto la Bibbia

Area autonoma di Khanty-Mansi

Il 23 ottobre 2023, Igor Pospelov, giudice del tribunale della città di Uray, ha dichiarato Andrey Sazonov, 43 anni, colpevole di estremismo per aver parlato della Bibbia. Il credente è stato multato di 450.000 rubli.

Due anni prima, il tribunale aveva inflitto a Sazonov una multa di 500.000 rubli. La corte d'appello ha ribaltato il verdetto e ha rinviato il caso per un nuovo processo. Il nuovo processo è durato quasi un anno e mezzo. I testimoni dell'accusa hanno descritto Sazonov positivamente. Si è scoperto che non ci sono vittime nel caso e gli studi di esperti religiosi e linguistici non hanno rivelato alcuna dichiarazione estremista nei materiali esaminati. Il pubblico ministero ha chiesto una multa di 1.300.000 rubli per il credente.

Nella sua dichiarazione finale, il credente ha detto: "Non ho detto o fatto nulla che possa essere collegato all'estremismo. Inoltre, il mio rispetto e la mia fede in Dio non mi permettono nemmeno di pensare a una cosa del genere".

Andrey Sazonov difende da quasi 4 anni il diritto di professare liberamente la sua fede. Nel gennaio 2019 è stato avviato un procedimento penale nei suoi confronti. Poco dopo, nell'area autonoma di Khanty-Mansi si sono svolte una serie di perquisizioni e interrogatori, durante i quali diversi fedeli sono stati torturati.

Un totale di 27 testimoni di Geova nella regione sono stati perseguiti solo per aver esercitato il loro diritto alla libertà di religione.

Il caso di Sazonov a Uray

Breve storia del caso
Nel gennaio 2019, Andrey Sazonov, padre di due figli minorenni, vicedirettore generale di una società energetica, ha subito persecuzioni per la sua fede. L’investigatore del Comitato investigativo ha aperto un procedimento penale contro di lui per l’organizzazione di attività estremiste. Dopo la perquisizione e l’interrogatorio, il credente è stato posto in un centro di detenzione preventiva per 20 giorni, poi messo agli arresti domiciliari e, sei mesi dopo, con il divieto di determinate azioni. In seguito, Andrei Sazonov è stato anche accusato di finanziare le attività di un’organizzazione estremista. Il tribunale ha esaminato il caso da giugno 2020 a dicembre 2021. Di conseguenza, Sazonov è stato condannato a una multa di 500.000 rubli. L’appello ha ribaltato questa decisione e ha rinviato il caso per un nuovo processo allo stesso tribunale, ma con una composizione diversa. Nel giugno 2022 sono iniziate ripetute udienze e nell’ottobre 2023 il tribunale ha inflitto al credente una multa di 450.000 rubli. Nel gennaio 2024, un secondo appello ha ribaltato il verdetto e ha rinviato il caso per un nuovo esame.
Cronologia

Persone coinvolte

Caso penale

Regione:
Area autonoma di Khanty-Mansi
Insediamento:
Uray
Sospettato di:
secondo l'indagine, insieme ad altri ha condotto funzioni religiose, che vengono interpretate come "organizzazione dell'attività di un'organizzazione estremista" (con riferimento alla decisione della Corte Suprema russa)
Caso giudiziario nr.:
11902711001000310
Inizio caso:
31 gennaio 2019
Stato attuale del caso:
Procedimento dinanzi al Tribunale di primo grado
Inquirente:
Direzione investigativa del Comitato investigativo della Federazione russa per la regione di Khanty-Mansi
Articolo del Codice Penale Russo:
282.2 (1), 282.3 (1)
Numero del procedimento giudiziario:
1-6/2023 (1-128/2022; 1-7/2021; 1-83/2020)
Tribunale:
Урайский городской суд ХМАО-Югра
Giudice del Tribunale di primo grado:
Игорь Поспелов
Sfondo