Aggiornato: 20 maggio 2024
Nome: Yelin Yevgeniy Vladimirovich
Data di nascita: 7 novembre 1974
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Frase: pena sotto forma di 6 anni e 6 mesi di reclusione con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche e religiose per un periodo di 3 anni, con limitazione della libertà per un periodo di 1 anno; La pena detentiva si considera sospesa con un periodo di prova di 2 anni

Biografia

Yevgeny Yelin è uno dei cinque credenti di Sakhalin che sono stati processati con l'accusa di estremismo solo per la loro fede in Geova Dio.

Yevgeny è nato nel 1974 a Yuzhno-Sakhalinsk. Da bambino era molto appassionato di disegno, in particolare acquerelli, frequentò la scuola d'arte. Era anche appassionato di canto e di sport: si lanciava con il paracadute. Dopo essersi diplomato, ha iniziato subito a lavorare. Ha lavorato come custode, si è occupato della riparazione di appartamenti, ha lavorato come artista-designer di locali residenziali. In seguito, ha imparato in modo indipendente le specialità di piastrellista, rifinitore e ha acquisito abilità di costruzione.

Ora Evgeny ha la sua attività nel campo della ristrutturazione di appartamenti. Inoltre, si occupa di progettazione e produzione di mobili. Eugene è impegnato nella creatività. Ammirando la natura di Sakhalin e della Kamchatka, è appassionato di fotografia. Ama lo sport, fa escursioni, ha esperienza di rafting su uno dei fiumi della Kamchatka. Gli piace anche passare il tempo con la sua famiglia e i suoi amici giocando a giochi da tavolo. Yevgeniy ha una sorella maggiore e una madre di 78 anni.

Non c'erano credenti nella famiglia di Evgenij. Ciononostante, anche a scuola, cominciò a pensare all'origine della vita. Al liceo, Evgenij cominciò a studiare la Bibbia. Ciò che ha appreso ha risposto in modo esauriente alle sue domande sull'origine della vita, sulle ragioni dell'esistenza del male e dell'ingiustizia. Evgenij è sempre stato una persona benevola e pacifica, quindi gli piaceva molto il fatto che la Bibbia insegnasse la gentilezza e la compassione per gli altri. Quando incontrò i testimoni di Geova, rimase molto colpito dal fatto che mettessero in pratica i princìpi biblici nella loro vita. Quando negli anni '90 Evgenij affrontò la questione del servizio militare, seguì le sue convinzioni e rifiutò di prestare servizio nell'esercito. Per questo, è stato condannato a 2 anni di carcere (con un differimento dell'esecuzione della pena di 2 anni e successiva amnistia).

Evgenij dovette visitare diverse città dei territori di Khabarovsk e Primorsky, dove si fece molti amici. Alla fine, è tornato a vivere nella sua città natale. In Kamčatka, Evgenij incontrò la sua futura moglie Anastasia. Sono sposati dal 2017. Anastasia si è laureata in medicina. Ha lavorato come paramedico di ambulanza per nove anni. A stretto contatto con la medicina, sono rimasto stupito da come l'uomo stesso abbia creato in modo sorprendente, il suo sistema di DNA armonioso e complesso.

La sorveglianza, la perquisizione e l'avvio di un procedimento penale contro Yevgeniy hanno causato disordini e stress per i coniugi e i loro cari. Anastasia è in grande tensione, sapendo che da un momento all'altro può essere separata dal marito. Inoltre, è preoccupata che ciò che sta accadendo denigri il buon nome della loro famiglia. La sorella di Anastasia e suo marito non capiscono come si possa avviare un procedimento penale per estremismo contro un cittadino così pacifico ed esemplare.

Il procedimento penale contro suo figlio preoccupava la madre di Evgenij. Anche suo suocero e sua suocera erano profondamente turbati dal fatto che persone oneste e oneste venissero processate solo perché credevano in Dio.

Casi di successo

Nel gennaio 2019 sono state effettuate almeno 11 perquisizioni nelle case dei Testimoni di Geova locali in tre insediamenti di Sakhalin. Il procedimento penale contro la coppia Sergey e Tatyana Kulakov, Vyacheslav Ivanov, Yevgeniy Yelin e Alexandr Kozlitin per la loro fede, è stato indagato dall’FSB nella regione di Sakhalin. Nel gennaio 2021 è iniziato il processo in tribunale e un anno dopo è stato emesso un verdetto: Sergey Kulakov e Yevgeniy Yelin sono stati condannati a 6,5 anni con sospensione condizionale della pena, mentre Tatyana Kulakova, Vyacheslav Ivanov e Alexandr Kozlitin sono stati condannati a 2 anni con sospensione condizionale. Le corti d’appello e di cassazione hanno confermato il verdetto.