Aggiornato: 24 maggio 2024
Nome: Yefremova Svetlana Yevgeniyevna
Data di nascita: 10 luglio 1950
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Limitazioni attuali: Sospensione condizionale della pena
Frase: pena sotto forma di 3 anni di reclusione, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno, la pena sotto forma di reclusione è considerata condizionale con un periodo di prova di 2 anni

Biografia

Svetlana Yefremova, 70 anni, aderisce alle sue convinzioni religiose da circa 30 anni, quindi il fatto che nell'aprile 2021 sia stata citata come imputata in un procedimento penale è stata una sorpresa per molti.

Svetlana è nata nel 1950 a Blagoveshchensk (Oblast' dell'Amur) nella famiglia di un ufficiale. Ha un fratello minore. Gli anni scolastici di Svetlana furono trascorsi a Lesozavodsk (Kraj litoraneo). Poi è entrata nella Scuola Pedagogica Spassk e ha ricevuto la specialità "maestra di scuola elementare". In seguito, mentre lavorava in una fabbrica di abbigliamento, ha ricevuto contemporaneamente una formazione come ingegnere di processo presso l'Istituto tecnologico dell'industria leggera di Vladivostok. Ha continuato a lavorare in fabbrica fino alla sua chiusura nel 1991. Dopo aver attraversato anni di disoccupazione, nel 1996 Svetlana ha ottenuto un lavoro nei servizi sociali e dopo 9 anni è andata in pensione.

Nel 1992 Svetlana ha iniziato a leggere la Bibbia e si è resa conto che voleva capire meglio questo libro. Avendo acquisito una migliore conoscenza delle norme morali bibliche, Svetlana decise di seguirle nella sua vita. Le dava grande gioia sviluppare qualità cristiane come l'amore, la mansuetudine, la padronanza di sé. Crede ancora che l'amore sia la qualità più importante che deve essere mostrata anche ai suoi malintenzionati.

Oggi i suoi figli sono adulti, ha già dei nipoti. Sebbene i figli di Svetlana non condividano le sue convinzioni religiose, mantengono buoni rapporti con la madre e la aiutano finanziariamente.

Casi di successo

Nel maggio 2020, l’indagine ha aperto un procedimento penale contro Yevgeny Grinenko, residente a Lesozavodsk. È stato accusato di aver organizzato le attività di una comunità estremista. Lo stesso giorno, le case di Evgenij e di altre tre famiglie sono state perquisite, e il credente stesso è stato arrestato. Due giorni dopo, è stato messo in un centro di detenzione preventiva, dove ha trascorso quasi due mesi, e poi trasferito agli arresti domiciliari. In seguito, nuovi imputati sono apparsi nel caso: Svetlana Efremova, Sergey Kobelev e sua madre Galina, il cui caso è stato successivamente separato in procedimenti separati. Nel settembre 2021, il caso di Grinenko e di altri credenti è andato in tribunale. Il caso si basava sulla testimonianza di un agente infiltrato dell’FSB, Vladislav Mrachko, che registrava segretamente le sue conversazioni sulla Bibbia con i credenti. Nel febbraio 2023, il tribunale ha concluso che i credenti erano colpevoli e li ha condannati alla seguente pena: Grinenko e Kobelev - 6 anni di reclusione sospesa ciascuno, Svetlana Efremova - 3 anni sospesi. La corte d’appello ha confermato il verdetto.