Aggiornato: 14 giugno 2024
Nome: Udintsev Yevgeniy Georgiyevich
Data di nascita: 14 marzo 1949
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Frase: sanzione sotto forma di multa per un importo di 200.000 rubli; prevedere rate per il pagamento della sanzione irrogata per 25 mesi

Biografia

Nel marzo 2019 è stato aperto un procedimento penale a Kirov contro credenti pacifici, sono state effettuate perquisizioni. Uno degli accusati era Yevgeniy Udintsev. L'indagine è durata più di un anno, poi il caso è andato in tribunale. Nel luglio 2021, nonostante l'assenza di vittime nel caso, Udintsev è stato giudicato colpevole di aver organizzato attività estremiste e condannato a una multa di 200.000 rubli solo per la sua fede in Geova Dio.

Yevgeniy è nato nel 1949 a Kirov, dove ha vissuto tutta la sua vita. Da bambino ha sofferto di malattie cardiache, ma ha imparato a far fronte a questa malattia attraverso l'educazione fisica. Evgenij padroneggiava le professioni di ingegnere civile e tecnico della lavorazione dei metalli, anche se oltre alle professioni principali, doveva spazzare i pavimenti e fare affari.

Dal 1970 Evgenij è sposato con Elizaveta, la cui sorella ha fatto conoscere la Bibbia a entrambi i coniugi. Questo accadde nel 1991. La conoscenza acquisita li colpì profondamente, anche se ciò non avvenne immediatamente. Sotto l'influenza della Bibbia, Evgenij si liberò gradualmente delle cattive abitudini, smise di fumare e di abusare di alcol. Oggi Yevgeniy, Yelizaveta e la loro figlia Olga sono una famiglia cristiana molto unita. Yelizaveta è una persona disabile del II gruppo, è limitata nei movimenti. Evgenij si prende amorevolmente cura di sua moglie.

Casi di successo

Nel 2019, la Direzione investigativa del Comitato investigativo della Federazione russa per la regione di Kirov ha aperto un procedimento penale per la loro fede contro Alexander Shamov, Andrey Shchepin e Yevgeny Udintsev. L’inchiesta ha interpretato i servizi di culto congiunti come l’organizzazione delle attività di un’organizzazione estremista. L’accusa si basava su registrazioni di incontri di credenti fatte dall’agente dell’FSB “Plastin”, che mostrava un interesse per la Bibbia. Shchepin ha trascorso 2 giorni nel centro di detenzione temporanea e più di 2 anni sotto il divieto di determinate azioni. Più tardi, lui, così come Udintsev e Shamov, si impegnarono per iscritto a non andarsene. Nel giugno 2020, il caso è andato in tribunale. Il pubblico ministero ha chiesto di condannare Shchepin e Shamov a pene da 2 a 4 anni di carcere e Udintsev a una grossa multa. Nel luglio 2021, il tribunale ha inflitto a tutti e tre una sanzione pecuniaria per un importo compreso tra 200.000 e 500.000 rubli. La corte d’appello, e poi la cassazione, confermarono il verdetto contro i pacifici credenti.