Aggiornato: 12 aprile 2024
Nome: Spiriadi Matrena Georgiyevna
Data di nascita: 4 novembre 1953
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 2 anni e 6 mesi con restrizione della libertà per un periodo di 6 mesi; La pena detentiva si considera sospesa con un periodo di prova di 2 anni

Biografia

Il 30 marzo 2020 si è saputo di un nuovo procedimento penale in Khakassia, in cui sei credenti diventano imputati. Questa causa è stata separata da quella precedentemente intentata contro Roman e Valentina Baranovsky. Tra i nuovi sospettati c'è Matryona Spiriadi. Cosa sappiamo di lei?

Matryona è nata nel novembre 1953 nel villaggio di Borodino (distretto di Turukhansky del territorio di Krasnoyarsk). Era la più giovane di 11 figli della famiglia. Oggi è rimasto in vita solo un fratello.

Da bambina, Matryona era appassionata di ginnastica e pallavolo. Nel 1959 la famiglia si trasferì a sud, ad Abakan. È lì che ha aiutato la famiglia a gestire la fattoria. Dopo il liceo, ha lavorato in una fabbrica di abbigliamento. Matryona Spiriadi è ora in pensione ed è la tutrice del nipote disabile.

Nel tempo libero Matryona ama coltivare fiori e ricevere ospiti.

Dopo la morte della madre, Matryona Spiriadi non riuscì ad accettare la perdita per molto tempo, ma presto trovò speranza quando apprese che la Bibbia parla di risurrezione. Questo l'ha spinta a intraprendere la via cristiana.

Il 10 aprile 2019, le forze dell'ordine hanno condotto una perquisizione nella casa di Matryona Spiriadi, che, ha detto, "ha diviso la vita in prima e dopo". Da uno shock nervoso una donna anziana che soffre di iperglicemia, la glicemia è salita a livelli critici. Ora deve prendere molti farmaci.

I parenti di Matryona Spiriadi considerano infondata la sua azione penale e sono perplessi dal fatto che in Russia sia possibile diventare imputati in un procedimento penale solo a causa della fede in Dio.

Casi di successo

Diversi casi penali sono stati individuati dal caso di alto profilo dei Baranovskiy, una madre e un figlio. Uno di questi è stato aperto dal Dipartimento investigativo di Abakan il 20 aprile 2020 contro Aleksandr Vergunov, Matryona Spiriadi e Irina Sidorova (morta tre mesi dopo). A quel tempo, Vergunov stava svolgendo il servizio civile alternativo in un centro medico e Spiriadi era il tutore di suo nipote disabile. Dopo più di un anno di indagini, il caso è stato presentato al tribunale della città di Abakan della Repubblica di Khakassia. È stato preso in considerazione dal giudice Yuriy Lotsky. Il 4 aprile 2022, il tribunale ha condannato i credenti a 2,5 anni di libertà vigilata. L’appello ha confermato il verdetto.