Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Sholner Tatyana Vladimirovna
Data di nascita: 31 agosto 1993
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 2 anni e 6 mesi con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno; La pena detentiva si considera sospesa con un periodo di prova di 2 anni

Biografia

Il 6 febbraio 2020, a Birobidzhan sono stati avviati contemporaneamente sei procedimenti penali contro i civili della città. Sono state accusate di partecipare ad attività estremiste solo perché le donne sono testimoni di Geova. Tra loro c'era Tatyana Sholner.

Tatyana è nata nel settembre del 1993 a Birobidzhan. Quando era molto giovane, in famiglia si è verificata una tragedia: suo padre è stato ucciso. La madre doveva crescere la figlia e il figlio maggiore da sola.

Tatiana è cresciuta come una bambina curiosa e attiva. Dopo essersi diplomata, è entrata in una scuola tecnica con una laurea in tecnico di cucito. Uno dei compagni di classe prendeva sul serio la Bibbia, viveva secondo i suoi princìpi e le sue leggi. Tatiana si interessò anche alle Sacre Scritture, cominciò a leggerle con attenzione e a scoprirne la profondità e la saggezza. "L'insegnamento sulla risurrezione dei morti mi ha toccato particolarmente, perché nel 2014 ho avuto un forte shock emotivo quando è morto mio cugino di 12 anni", dice Tatiana.

Tatyana lavora in farmacia, è appassionata di sport: le piace pattinare, andare in bicicletta, giocare a pallavolo.

Il procedimento penale ha avuto un impatto negativo sullo stato emotivo di Tatyana. Le udienze in tribunale nel suo caso sono durate circa un anno. Il 25 giugno 2021, il giudice del tribunale distrettuale di Birobidzhan, Yulia Tsykina, ha condannato la credente 27enne a 2 anni e 6 mesi di reclusione sospesa per la sua fede.

Casi di successo

Ci sono stati molti sconvolgimenti nella vita di Tatyana Sholner di Birobidzhan: la morte di suo padre, la morte di suo cugino di 12 anni, e poi anche il processo penale per la sua fede. Nel febbraio 2020, il Servizio di sicurezza federale per la regione autonoma ebraica ha aperto procedimenti penali contro Tatyana e altre 5 donne per aver partecipato alle attività di un’organizzazione estremista. Secondo l’indagine, i fedeli “hanno ripreso le attività dell’organizzazione religiosa locale liquidata nel 2016 … e il “Centro amministrativo dei testimoni di Geova in Russia”. Questo è il modo in cui il simpatizzante interpretò i modi abituali di esprimere la fede: cantare canzoni, pregare e parlare della Bibbia. Nel giugno 2021, il tribunale ha condannato Tatyana Sholner a 2,5 anni di reclusione con sospensione condizionale. La Corte d’Appello e Cassazione ha confermato tale decisione.