Aggiornato: 20 maggio 2024
Nome: Shevchuk Aleksandr Stanislavovich
Data di nascita: 31 agosto 1989
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 288 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 291 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di 2 anni di reclusione in una colonia penale di regime generale, con restrizione della libertà per 6 mesi

Biografia

Nel 2019, diversi residenti di Saransk, tra cui Aleksandr Shevchuk, sono stati perseguiti per la loro fede. Le forze dell'ordine consideravano le conversazioni sulla Bibbia come una partecipazione alle attività di un'organizzazione estremista.

Alexander è nato nel 1989 a Pyatigorsk (Territorio di Stavropol). Ha un fratello, Michael. Fin dall'infanzia, Alexander era una persona responsabile, studiava in modo eccellente a scuola e in seguito ricevette una specializzazione nel campo della costruzione di giardini e parchi. In seguito si trasferì a Saransk, dove lavorò nell'industria del mobile.

Aleksandr è cresciuto in una famiglia di credenti, molti dei suoi parenti sono sopravvissuti alle repressioni negli anni sovietici. I suoi bisnonni furono esiliati in Siberia nel 1951 per la loro fede cristiana. Lì, in esilio, nacquero i suoi genitori.

A causa delle sue convinzioni cristiane amanti della pace, Aleksandr chiese la sostituzione del servizio militare con uno civile alternativo e lo fece a Khimki, vicino a Mosca.

Alexander ama lo sport, in particolare il basket e il ping pong. I suoi amici sanno che verrà prontamente in soccorso a qualsiasi ora del giorno e della notte.

I parenti si preoccupano per Alexander e non capiscono perché stiano perseguitando quest'uomo amante della pace.

Casi di successo

Nel febbraio 2019, a Saransk, l’FSB ha aperto un procedimento penale contro tre credenti per sospetto di estremismo. Dopo le perquisizioni di massa, Vladimir Atryakhin, padre di due bambini piccoli, così come Alexander Shevchuk e Georgy Nikulin sono finiti in un centro di detenzione preventiva, dove hanno trascorso dai 2 ai 5 mesi. Successivamente, altri 3 imputati sono apparsi nel caso: Alexander Korolev, Elena Nikulina e Denis Antonov. Il caso è andato in tribunale nel maggio 2021. La difesa è riuscita a dimostrare più volte alla corte che il testimone declassificato Vlasov stava dando una falsa testimonianza. Nell’agosto 2022, i credenti sono stati condannati: Vladimir Atryakhin è stato condannato a 6 anni, Georgy e Yelena Nikulin a 4 anni e 2 mesi ciascuno, e Aleksandr Shevchuk, Aleksandr Korolev e Denis Antonov a 2 anni di carcere. L’appello ha confermato il verdetto. Nel novembre 2023, Aleksandr Shevchuk è stato rilasciato dalla colonia.