Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Sedova Svetlana Grigoriyevna
Data di nascita: 8 giugno 1969
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Limitazioni attuali: Accordo di riconoscimento
Frase: условно (5 anni)

Biografia

Il 10 novembre 2018, a Khabarovsk, 30 poliziotti antisommossa hanno fatto irruzione in un caffè dove si stava svolgendo una festa amichevole. Dopo aver sfondato le porte, hanno inscenato ore di interrogatori di massa dei presenti, compresi i minori, con il sequestro di beni personali e il rilevamento delle impronte digitali. Sono stati aperti procedimenti penali contro diversi partecipanti al partito in relazione alla loro religione. Tra loro c'era Svetlana Sedova, 49 anni. Cosa sappiamo di lei?

Svetlana è nata nel 1969 a Komsomolsk-on-Amur. Ha un fratello minore. Suo padre è morto quando Svetlana aveva solo 3 anni, ha perso sua madre all'età di 14 anni. Una morte così prematura di entrambi i genitori non spezzò la ragazza: subito dopo la scuola andò a lavorare in una fabbrica di abbigliamento e tre anni dopo fu considerata la migliore giovane lavoratrice. In seguito si è occupata di pulizie negli uffici, ha imparato le abilità di governante.

Fin dall'adolescenza, Svetlana si rese conto che il nostro pianeta e l'Universo avrebbero dovuto avere un Creatore intelligente. Il marito di Svetlana è morto presto, ma lei non si è disperata per la prossima morte di una persona cara. Ha cresciuto due figli e una figlia da sola. La figlia maggiore Julia lavora come parrucchiera e disegna bene i ritratti. I figli adolescenti amano andare in bicicletta. Spesso tutta la famiglia può fare un viaggio e godere di una comunicazione congiunta. L'hobby preferito di Svetlana è la coltivazione dei fiori.

I figli di Svetlana sono molto preoccupati per il suo processo penale per la loro fede. Suo fratello, che non condivide le sue opinioni religiose, sta cercando di capire cosa sta succedendo. "Perché le persone perbene sono perseguitate?", si chiede.

Casi di successo

I civili di Khabarovsk Nikolay Polevodov, Stanislav Kim, i coniugi Vitaliy e Tatyana Zhuk, Svetlana Sedova e Maya Karpushkina sono stati indagati dopo che la polizia antisommossa ha fatto irruzione in una festa amichevole in un caffè nel novembre 2018. Tre uomini sono stati mandati in un centro di detenzione preventiva e successivamente agli arresti domiciliari. Di conseguenza, il Comitato Investigativo ha accusato gli uomini di organizzare le attività di un’organizzazione estremista e le donne di parteciparvi. L’unica ragione è credere in Geova Dio e parlare della Bibbia con gli amici. 14 mesi del tribunale di primo grado hanno rivelato l’infondatezza dell’accusa e il caso è stato rinviato alla procura. Nel dicembre 2021 è tornata in tribunale. Nel giugno 2024, Polevodov, Zhuk e Kim sono stati mandati in una colonia penale rispettivamente per 8,5 anni, 8 anni e 4 mesi e 8 anni e 2 mesi. Tatyana Zhuk e Svetlana Sedova hanno ricevuto 5 anni di libertà vigilata e Maya Karpushkina ha ricevuto 4 anni di libertà vigilata. Kim e Polevodov sono stati contemporaneamente imputati in un altro procedimento penale per la loro fede e allo stesso tempo hanno difeso le loro convinzioni in un altro tribunale.