Aggiornato: 19 aprile 2024
Nome: Sannikov Konstantin Evgenievich
Data di nascita: 18 settembre 1970
Stato attuale: Condannato
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1), 282.3 (1)
Tempo trascorso in prigione: 1065 Giorni nel centro di detenzione preventiva, -464 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 6 anni e 6 mesi con l'esecuzione di una pena in una colonia correzionale di regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche e religiose per un periodo di 5 anni, con limitazione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 8 for Republic of Tatarstan
Indirizzo per la corrispondenza: Sannikov Konstantin Evgenievich, born in 1970, Penal Colony No. 8 for Republic of Tatarstan, ul. Bazovaya, 26, Almetyevsk, Republic of Tatarstan, 423450

Le lettere di sostegno possono essere inviate per posta ordinaria o tramite il sistema di lettere FSIN . Per pagare le lettere con una carta di una banca estera, utilizzare il servizio Prisonmail .

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Nell'agosto 2020, a Kazan è stato aperto un procedimento penale contro un credente pacifico, Konstantin Sannikov, in base a un articolo estremista solo a causa della sua fede. Due giorni dopo, è stato arrestato e mandato in un centro di detenzione preventiva. Nel febbraio 2023, il tribunale ha condannato il credente a 6,5 anni in una colonia penale.

Konstantin è nato nel settembre del 1970 a Kazan. Da bambino ha iniziato a nuotare, poi si è interessato alla scherma. Gli piaceva giocare a scacchi.

Dopo essersi diplomato, Konstantin si iscrisse alla facoltà di medicina e poi all'Istituto Medico Statale di Kazan. Dopo essersi laureato presso l'istituto, è stato assunto come patologo presso il Children's Republican Clinical Hospital. Ha anche lavorato come neuropsichiatra nel dispensario narcologico della città. Nel 2003 è stato assunto come medico ed esperto forense del dipartimento forense presso il Republican Bureau of Forensic Medical Examination, dove ha lavorato fino al suo arresto.

Per le alte prestazioni nel suo lavoro, Konstantin è stato insignito del distintivo del Ministero delle Situazioni di Emergenza della Russia, nonché di un certificato d'onore e gratitudine dal Ministero della Salute della Repubblica del Tatarstan.

Nel 1992, Konstantin ha sposato Irina, con la quale ha studiato all'università. Ebbero quattro figli dal matrimonio. La famiglia ama trascorrere del tempo insieme: cucinare, uscire con gli amici e fare picnic.

Konstantin sapeva che uno degli hobby di suo padre era leggere la Bibbia. Ecco perché, quando ebbe l'opportunità di scoprire di cosa parlava questo libro, cominciò volentieri a studiarlo. Dopo un po' di tempo lui e sua moglie decisero di vivere secondo i princìpi cristiani.

Il procedimento penale contro Konstantin ha influito sia sul suo stato fisico ed emotivo, sia sulle condizioni di sua moglie e dei suoi figli, che hanno subito stress durante la perquisizione. Le malattie croniche di Konstantin peggiorarono. Ma nonostante le difficoltà, la famiglia cerca di mantenere un atteggiamento positivo.

I parenti di Konstantin, così come i colleghi di lavoro che non condividono le sue idee religiose, non capiscono come quest'uomo pacifico possa essere condannato come estremista solo perché prega e legge la Bibbia.

Casi di successo

Nell’agosto 2020, l’FSB del Tatarstan ha aperto un procedimento penale contro Konstantin Sannikov, medico legale e padre di 4 figli. Le conversazioni sulla Bibbia con gli amici erano considerate l’organizzazione delle attività di un’organizzazione estremista. Il credente è stato messo in un centro di detenzione preventiva e i suoi conti bancari sono stati bloccati. Gli è stato permesso di vedere sua moglie e le sue figlie solo dopo 2 anni. Il caso è andato in tribunale nell’agosto 2021. Le testimonianze dei testimoni segreti erano false e indicavano un’avversione personale per i testimoni di Geova. Nonostante ciò, nel febbraio 2023, il tribunale ha condannato Sannikov a 6,5 anni di carcere. La corte d’appello ha concordato con questa decisione nel giugno dello stesso anno, escludendo ulteriori restrizioni dal verdetto. Il pubblico ministero ha impugnato questa decisione e la cassazione ha rinviato il caso per un secondo appello, che nel dicembre 2023 ha confermato la condanna originaria del credente. Durante il periodo trascorso in prigione, le sue malattie croniche peggiorarono.