Aggiornato: 24 maggio 2024
Nome: Poltoradnev Vladimir Alekseyevich
Data di nascita: 16 maggio 1962
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 3 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 56 Giorni Agli arresti domiciliari
Frase: sanzione sotto forma di multa per un importo di 638.000 rubli

Biografia

Un pacifico cittadino di Solikamsk, Vladimir Poltoradnev, lavorava nel campo della pulizia. Nel luglio 2020, le forze dell'ordine hanno perquisito la sua casa e il credente è stato messo in un reparto di isolamento per 4 giorni. Ora l'uomo dovrà difendere il suo diritto alla libertà di religione in tribunale.

Vladimir è nato nel 1962 nel villaggio di Krasnoschekovo, nella regione di Orenburg, in una famiglia di semplici lavoratori. Ha tre sorelle maggiori. Da bambino era impegnato in vari sport attivi: atletica, basket, sci. Nel 1982, dopo il servizio militare con i suoi genitori, si trasferì a Orsk, poi a Kuvandyk, per poi stabilirsi a Solikamsk (regione di Perm).

Vladimir si è laureato presso l'Istituto Russo di Corrispondenza per l'Industria Tessile e Leggera di Mosca, dove è diventato ingegnere meccanico per attrezzature da cucito. È stato un imprenditore individuale per 18 anni.

Nel 1999 Vladimir conobbe la Bibbia. Questo antico libro gli fece un'impressione indelebile. Era particolarmente sorpreso dal fatto che le profezie bibliche si adempiono nel nostro tempo. Vladimir era così contento di aver trovato risposte a domande serie sulla vita che nel 2001 decise di intraprendere la via cristiana. Ispirate dall'esempio del padre, le sue due figlie si unirono a lui nello studio delle Sacre Scritture.

Vladimir conduce uno stile di vita attivo: gli piace correre, nuotare, sciare e pattinare. A causa degli arresti domiciliari, è stato privato per qualche tempo della possibilità di mantenersi e uscire all'aria aperta, il che lo ha fatto sentire peggio. I parenti del credente pensano che l'azione penale sia ingiusta e illegale.

Casi di successo

Nel luglio 2020, la direzione investigativa del comitato investigativo per il territorio di Perm ha aperto un procedimento penale contro Vladimir Poltoradnev, Alexander Sobyanin e Vladimir Timoshkin di Solikamsk. A quel tempo, le forze dell’ordine li stavano spiando da molto tempo. Dopo perquisizioni e interrogatori, tre fedeli sono finiti in un centro di detenzione temporanea. Poi Sobyanin è stato rilasciato con il divieto di compiere determinate azioni, e Poltoradnev e Timoshkin sono stati messi agli arresti domiciliari rispettivamente per 2 e 3 mesi. In seguito, anche la misura di restrizione di quest’ultimo è stata modificata in un divieto di determinate azioni. Dopo che l’indagine è stata ripetutamente sospesa e ripresa, il caso è andato in tribunale nell’aprile 2023. Già ad agosto il giudice aveva giudicato colpevoli e multato i fedeli: Alexander Sobyanin per 494 mila rubli, Vladimir Poltoradnev per 638 mila rubli e Vladimir Timoshkin per 512 mila rubli. Un appello nel novembre 2023 ha confermato la parte principale della sentenza, mitigando leggermente la pena aggiuntiva.