Aggiornato: 24 giugno 2024
Nome: Piskareva Tatyana Nikolayevna
Data di nascita: 30 aprile 1956
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Limitazioni attuali: Forzati
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 2 anni e 6 mesi, pena sotto forma di reclusione da sostituire con lavori forzati per un periodo di 2 anni e 6 mesi, con restrizione della libertà per un periodo di 6 mesi

Biografia

Tatyana Piskareva è stata processata per la sua fede circa un anno dopo che suo marito, Vladimir, è stato incarcerato con l'accusa di estremismo.

Tatyana è nata nel 1956 nel villaggio di Belenikhino (regione di Belgorod). Ha una sorella minore. I genitori non sono più in vita. Da bambina, Tatyana amava sciare, ascoltare musica, ballare, cantare e scrivere poesie.

Dopo la scuola, Tatyana ha completato i corsi di contabilità e ha lavorato nella sua specialità, ha anche lavorato nel reparto di controllo tecnico dell'officina di riparazione.

Tat'jana fu introdotta alla Bibbia e ai suoi insegnamenti da un vicino. La donna rimase colpita dal fatto che le verità di questo libro fossero semplici e chiare. L'atteggiamento caloroso degli altri credenti nei suoi confronti ha rafforzato la fede di Tatjana e l'ha spinta a intraprendere il cammino cristiano nel 1995.

Tat'jana incontrò il suo futuro marito Vladimir mentre era in visita da un'amica. Si sono sposati nel 1976. La coppia ha cresciuto due figli: un maschio e una femmina. Tutta la famiglia amava andare a pescare.

Tatyana è una persona socievole. Le piace passare il tempo con gli amici, visitare posti bellissimi, giocare a biliardo e ping pong.

I Piskarev si spostavano molto. Riuscirono a visitare molte città e regioni della Russia, da Yuzhno-Sakhalinsk a Rostov sul Don. Per qualche tempo vissero in Armenia. Più tardi si stabilirono a Orel.

A causa della persecuzione, la salute di Tatyana è peggiorata, ora ha bisogno di prendere regolarmente i farmaci. I parenti si preoccupano per Tatiana e Vladimir e li sostengono.

Casi di successo

Nel dicembre 2020 a Orël ci sono stati dei raid contro i testimoni di Geova. Tra coloro che hanno fatto irruzione le forze di sicurezza c’erano Vladimir Piskarev e Tatyana Piskareva. Vladimir è stato arrestato. Nell’ottobre 2021 Tat’jana è stata anche imputata in un procedimento penale per aver creduto in Geova Dio. Il credente è stato accusato di aver partecipato a un culto pacifico. Nel marzo 2023, il caso è andato in tribunale. Un anno dopo, Tatyana è stata condannata a 2 anni e 6 mesi di lavori forzati. Nel maggio 2024, il ricorso ha accolto questa decisione.