Aggiornato: 15 aprile 2024
Nome: Melnikov Sergey Viktorovich
Data di nascita: 2 maggio 1973
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 119 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 144 Giorni Agli arresti domiciliari
Frase: pena sotto forma di 3 anni di reclusione, con restrizione della libertà per un periodo di 8 mesi; La pena detentiva si considera sospesa con un periodo di prova di 2 anni

Biografia

Sergey Melnikov è detenuto a Ussuriysk (Territorio di Primorye) dal 5 giugno 2019.

È nato nel 1973 nel villaggio di Terney, situato vicino al Mar del Giappone (Primorsky Krai). Ha una sorella maggiore. Da bambino amava giocare a hockey e pallavolo. Lavorò in varie specialità: falegname-macchinista, vigile del fuoco, marinaio della flotta peschereccia, custode. Attivamente impegnato nel fitness.

Oltre alla sua nativa Terney, ha vissuto per qualche tempo a Vladivostok e nel 2003 la sua ricerca spirituale lo ha portato a Ussuriysk. Lì Sergej si dedicò profondamente allo studio della Bibbia e da allora si sforza di vivere secondo i suoi comandamenti.

Nel 2019, Sergey è finito dietro le sbarre a causa delle sue convinzioni religiose. È stato arrestato proprio durante una conversazione su argomenti biblici.

Casi di successo

Gli agenti dell’intelligence hanno avuto accesso alle conversazioni telefoniche di Sergey Melnikov da Ussuriysk, che ha condotto da aprile a giugno 2018. In seguito presentarono l’agente provocatore Konstantin Belousov, che chiese a Sergej di parlargli della Bibbia. Nel giugno 2019, il credente è stato arrestato nella sua auto. L’investigatore E. S. Marvanyuk lo accusò di aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista, e in seguito l’investigatore V. V. Golsky riclassificò l’accusa alla partecipazione alle attività di un’organizzazione estremista. Il credente ha trascorso 122 giorni in un centro di detenzione preventiva, 145 giorni agli arresti domiciliari e poi è stato posto sotto accordo di riconoscimento. Il procuratore ha rinviato il caso per ulteriori indagini. Nell’estate del 2020, il caso è stato presentato al tribunale distrettuale di Ussuriysk del Primorsky Krai. Il 3 febbraio 2022, il giudice Dmitry Babushkin ha condannato Sergey Melnikov a 3 anni di pena sospesa. La corte d’appello ha confermato questo verdetto nel maggio 2022. Nel dicembre dello stesso anno, la Corte di Cassazione di Ussuriysk confermò il verdetto.