Aggiornato: 12 luglio 2024
Nome: Maletskov Valeriy Vladimirovich
Data di nascita: 13 settembre 1974
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 207 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 179 Giorni Agli arresti domiciliari
Limitazioni attuali: centro di detenzione
Frase: pena sotto forma di 6 anni di reclusione con privazione del diritto di impegnarsi in attività organizzative in associazioni pubbliche o religiose, organizzazioni pubbliche o religiose, per un periodo di 5 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno, con scontare una pena detentiva in una colonia correzionale di regime generale
Attualmente trattenuto a: Detention Center No.1 for Novosibirsk Region
Indirizzo per la corrispondenza: Maletskov Valeriy Vladimirovich, 1974 born, Detention Center No.1 for Novosibirsk Region, Ul. Karavaeva, 1, Novosibirsk, Novosibirsk Region, 630010

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Nell'aprile 2019 è stato aperto un procedimento penale contro Valeriy Maletskov di Novosibirsk con un articolo estremista per aver letto la Bibbia e pregato Geova Dio. La sua casa è stata perquisita, dopodiché l'uomo è rimasto agli arresti domiciliari per sei mesi. Dopo quasi due anni di processi, il credente è stato condannato a 6 anni di carcere.

Valeriy è nato nel 1974 a Novosibirsk, dove ha vissuto tutta la sua vita. Era l'unico figlio della famiglia. Da bambino aveva molti hobby: ingegneria radiofonica, suonare la chitarra, fotografia, scacchi, oltre a diversi sport, il principale dei quali era la scherma in cui ha ricevuto una categoria sportiva.

Da adolescente, Valeriy si interessò seriamente allo spirituale. In particolare, voleva sapere perché c'erano così tante religioni nel mondo. Come risultato di ricerche attive, trovò le risposte a tutte le sue domande nella Bibbia, che divenne per lui un libro di consultazione.

Valeriy ha lavorato come rifinitore, falegname-mobiliere, e subito prima del procedimento penale nel settore dei servizi del territorio del centro commerciale.

Nel 2004, Valeriy ha sposato Marina, dalla quale ha avuto un figlio, Rostislav. La coppia ha ricevuto ripetutamente ringraziamenti per aver cresciuto il figlio. Rostislav ha medaglie e certificati per i risultati sportivi. Tutta la famiglia ama la pesca subacquea e Marina accontenta i suoi amici suonando il pianoforte.

I parenti e gli amici di Valerij sono indignati per il modo in cui agenti di polizia armati fanno irruzione nelle case dove la gente legge semplicemente la Bibbia. A causa della persecuzione di Valeriy, la sua famiglia rimase senza un capofamiglia e le preoccupazioni per i bisogni urgenti ricadevano sulle spalle di sua moglie e di sua madre disabile.

"I testimoni di Geova, essendo persone pacifiche e rispettose della legge, rimangono tali", ha detto Valery in tribunale. "La nostra posizione di credenti sinceri è semplice: vogliamo essere fedeli al nostro Dio Geova in ogni cosa. Non c'è assolutamente alcun intento malevolo in questo, la distruzione dell'ordine costituzionale, e ancor più un crimine. È un diritto costituzionale e un diritto non può essere un crimine".

Casi di successo

Ancor prima che iniziasse la persecuzione dei testimoni di Geova in Russia, un certo “Ivan” assisteva alle funzioni a Novosibirsk e studiava la Bibbia. Nel 2018 ha iniziato a collaborare con l’FSB e a raccogliere informazioni sui credenti. Nell’aprile 2019, gli agenti dell’FSB hanno invaso le case dei civili, alcuni hanno piantato libri vietati. È stato aperto un procedimento penale, Alexander Seredkin e Valery Maletskov sono stati posti agli arresti domiciliari. A Marina Chaplykina è stato chiesto di firmare un contratto di non uscita. In seguito, il caso di Seredkin è stato separato in un procedimento separato, Maletskov è stato accusato di aver organizzato attività estremiste e Chaplykin è stato accusato di avervi partecipato e di avervi finanziato. Dopo tre anni di indagini, il caso è arrivato in tribunale. Nel dicembre 2023, il tribunale ha condannato Maletsky a 6 anni, Chaplykin a 4 anni in una colonia a regime generale.