Aggiornato: 16 aprile 2024
Nome: Lukin Sergey Aleksandrovich
Data di nascita: 10 ottobre 1971
Stato attuale: Imputato
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Limitazioni attuali: Riconoscimento di non partire

Biografia

Nel gennaio 2023 Sergey Lukin, un uomo d'affari di Biysk, dopo una perquisizione in casa sua, si è ritrovato coinvolto in un procedimento penale per estremismo solo a causa della sua fede in Geova Dio.

Sergey è nato nell'ottobre del 1971 a Biysk (Territorio dell'Altaj). Ha due sorelle paterne e una sorella materna. I genitori sono divorziati da oltre 40 anni. All'età di 8 anni, il bambino si trasferì con la madre in Estremo Oriente, e successivamente a Dneprodzerzhinsk (ora Kamenskoye, Ucraina). Nel 1989, dopo essersi diplomato, il giovane tornò a Biysk da suo padre.

Da bambino, Sergey era appassionato di sport: era impegnato nel basket, nell'atletica e nella lotta libera. Ha ricevuto una formazione tecnica ed economica superiore e ha anche lo status di arbitro. Sergey era impegnato nel mondo degli affari, gestiva imprese manifatturiere, commerciali e di costruzione. Ora possiede un vivaio di pesci, dove alleva specie di pesci pregiati.

Nel 1991, Sergey ha sposato la sua compagna di classe Yelena. La coppia ha cresciuto un figlio e una figlia, hanno già una nipote.

Sergey iniziò a studiare la Bibbia per trovarvi delle contraddizioni, ma alla fine, 5 anni dopo, si convinse che questo libro era coerente e degno di fiducia. Nel 2010 ha intrapreso il cammino cristiano. Sua moglie e i suoi figli non condividono le sue convinzioni, ma amano e rispettano Sergey.

La perquisizione e il procedimento penale sono stati uno shock per la famiglia Lukin, ma conoscendo il marito e il padre, sono convinti che le accuse di estremismo siano irragionevoli. I parenti sostengono pienamente Sergey.

Casi di successo

Nel dicembre 2022, il comitato investigativo di Biysk ha aperto un procedimento penale contro persone non identificate. In questo caso, nel gennaio 2023 sono state effettuate perquisizioni nelle case dei Testimoni di Geova locali. Il sospettato era un rispettato uomo d’affari, originario della città, Sergey Lukin. Secondo gli inquirenti, ha preso parte alle “attività di un’organizzazione estremista” – così è stata interpretata una normale riunione di credenti per discutere della Bibbia. Il motivo del procedimento penale era una dichiarazione di un uomo che si diceva fosse interessato alla Bibbia. Dopo l’interrogatorio, Lukin è stato rilasciato con un accordo di riconoscimento.