Aggiornato: 15 aprile 2024
Nome: Ledenyov Sergey Mikhailovich
Data di nascita: 23 luglio 1974
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 2 anni con restrizione della libertà per un periodo di 6 mesi; La pena detentiva si intende sospesa con un periodo di prova di 3 anni

Biografia

Nel novembre 2020 Sergey Ledenyov di Petropavlovsk-Kamchatsky è stato condannato a 2 anni di libertà vigilata solo per la sua fede in Geova Dio.

Sergey è nato nel 1974 nel villaggio di Ossora (Territorio della Kamchatka). Uno di sei figli. Fin dall'infanzia, gli piace disegnare modelli di vari tipi di attrezzature, oltre a disegnare e fotografare. Dopo essersi diplomato, ha imparato le specialità di muratore, falegname e piastrellista.

Un tempo Sergej considerava la Bibbia un libro obsoleto e non scientifico, ma cambiò idea quando la conobbe meglio. Lo studio delle Scritture spinse Sergej a cambiare vita. "Il mio stile di vita precedente era lontano dalle norme bibliche", dice.

La seconda moglie di Sergey, Anna, che ha sposato nel 2017, dice di lui: "Sergey è una persona molto gentile, molto calma, un marito amorevole e premuroso. Questo non corrisponde in alcun modo a ciò di cui stanno cercando di accusarlo!" La coppia ama sciare e fare rafting sui fiumi della Kamchatka. Sergey ha una figlia adulta dal suo primo matrimonio.

I parenti di Sergey, che non condividono le sue idee religiose, non capiscono perché sia perseguitato. La figlia Lera, a seguito del suo procedimento penale, ha iniziato a comunicare più spesso con suo padre, considerandolo il suo esempio.

Casi di successo

“Hanno liquidato un’entità legale, ma stanno perseguitando un individuo. Se un ospedale è chiuso, i medici non vengono giudicati per essere medici”. Così un pacifico credente della Kamchatka, Sergey Ledenyov, ha dovuto spiegare l’ovvio in tribunale. Nel dicembre 2018 è stato aperto un procedimento penale nei suoi confronti ai sensi dell’articolo 282.2 (1) del codice penale della Federazione Russa. L’investigatore ha accusato Ledenyov di aver organizzato attività estremiste, imputando “l’addestramento pianificato nei postulati dell’associazione religiosa dei Testimoni di Geova”. In un’udienza preliminare, il tribunale ha rinviato il caso al pubblico ministero, ma l’autorità di vigilanza alla fine ha insistito affinché il caso fosse esaminato in tribunale. Alle udienze presso il tribunale della città di Petropavlovsk-Kamčatskij, presieduto da Natalia Lychkova, testimoni, uno studioso di religione e lo stesso imputato hanno ripetutamente sottolineato la pacificità dei testimoni di Geova e la loro incompatibilità con l’estremismo. Ciononostante, il pubblico ministero ha chiesto che la corte imprigionasse Ledenyov per 6 anni in una colonia. Nel novembre 2020, il tribunale lo ha condannato a 2 anni di reclusione con sospensione condizionale. Il 19 gennaio 2021, la corte d’appello ha confermato il verdetto. Il 19 agosto 2022, il tribunale della città di Petropavlovsk-Kamchatsky ha cancellato la fedina penale di Sergey prima del previsto.