Aggiornato: 25 luglio 2024
Nome: Kulikov Sergey Ivanovich
Data di nascita: 15 dicembre 1953
Stato attuale: accusato
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Limitazioni attuali: Accordo di riconoscimento

Biografia

La casa di Sergey Kulikov, un pacifico pensionato di Yoshkar-Ola, è stata perquisita inaspettatamente. Nell'aprile 2022 ha appreso che, insieme al figlio primogenito Aleksey, era diventato imputato in un procedimento penale per aver creduto in Geova Dio.

Sergey è nato nel dicembre 1953 nella fattoria statale Gigant nel distretto di Salskij nella regione di Rostov. Ha un fratello maggiore e una sorella minore. I loro genitori lavoravano in una fabbrica di mattoni. Il ragazzo sentì parlare per la prima volta di Dio da sua nonna che viveva con la famiglia.

Fin dalla prima infanzia, Sergey amava cantare ed esibirsi in "concerti" di strada di fronte ai suoi coetanei. All'età di 8 anni frequentò la scuola di musica e, dopo essersi diplomato, si iscrisse alla Scuola d'Arte di Rostov. Non avendo completato il suo primo anno, Sergey prese i suoi documenti e tornò a casa per finire il liceo.

Dopo la scuola, il giovane prestò servizio nell'esercito. Lì imparò a suonare il basso, organizzò un gruppo musicale con il quale girò le unità militari in Germania, partecipò a serate mondane con musicisti tedeschi. Dopo l'esercito, Sergey ha lavorato come autista, fotografo, insegnante di canto, operatore di tornio, operatore di mietitrebbie, elettricista e meccanico.

Nel 1978, Sergey sposò Nadezhda, e l'anno successivo ebbero un figlio e subito dopo una figlia. Nel 1984 la famiglia si trasferì a Sverdlovsk, nella regione di Lugansk, dove ebbe un altro figlio. Al mercato locale la coppia conobbe i testimoni di Geova e Nadezhda decise di studiare la Bibbia. All'inizio Sergey era scettico.

A causa delle rovine fumanti, i bambini cominciarono ad avere problemi di salute e la famiglia Kulikov si trasferì a Mari El, nel villaggio di Silikatnyj, dove Nadežda continuò a studiare le Sacre Scritture. A poco a poco Sergej si convinse anche che ciò che dicono i testimoni di Geova non contraddice ciò che legge nella Bibbia. Nel 1993 assisté all'assemblea internazionale dei testimoni di Geova a Mosca. Questo avvenimento lo spinse ad abbandonare le cattive abitudini e a diventare testimone di Geova nel 1994, due anni dopo Nadezhda. I Kulikov cercarono di allevare i figli secondo i princìpi biblici.

La perquisizione e il procedimento penale hanno avuto un grande impatto sulla vita di Sergey e della sua famiglia. Dice: "'La mia casa è il mio castello', ho pensato. E poi ospiti indesiderati hanno fatto irruzione in casa mia... Per i primi tre o quattro mesi ho perso il controllo di tutto. Un tumore maligno si è sviluppato sul rene di mia moglie. Il suo rene con il tumore è stato rimosso in un intervento chirurgico d'urgenza". Ciò nonostante, Sergej cerca di mantenere un atteggiamento positivo ed è grato per il sostegno dei compagni di fede.

Casi di successo

Nell’aprile 2022 l’FSB ha aperto un procedimento penale contro i Testimoni di Geova di Yoshkar-Ola. Sono state effettuate perquisizioni in nove indirizzi e le forze dell’ordine hanno usato la forza contro uno dei credenti, Yevgeny Plotnikov. È stato arrestato e successivamente collocato in un centro di detenzione preventiva. Nell’agosto 2022, Yevgeniy è stato posto agli arresti domiciliari e a ottobre gli è stato vietato di compiere determinate azioni. Dal dicembre dello stesso anno, l’investigatore dell’FSB ha iniziato a coinvolgere altri residenti della città come imputati: Sergey Kulikov e suo figlio Alexei, Eduard Kapitonov e suo figlio Ilya, Igor Alekseev, Vladimir Usenko e Denis Petrov. L’investigatore considerava la loro confessione di fede come azioni di natura estremista. Ai credenti fu ordinato di non lasciare il luogo.