Aggiornato: 20 giugno 2024
Nome: Korotun Yevgeniy Nikolayevich
Data di nascita: 13 aprile 1970
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 1 Giorno nel centro di permanenza temporanea, 616 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 54 Giorni Agli arresti domiciliari, 767 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 7 anni, con scontare la pena in una colonia correzionale di regime generale; privazione del diritto di svolgere attività pedagogiche in tutti i tipi di istituzioni educative e attività relative alla collocazione di appelli e altri materiali nelle reti pubbliche di informazione e telecomunicazione, compreso Internet per un periodo di 5 anni, con limitazione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No. 13 in Sverdlovsk Region
Indirizzo per la corrispondenza: Korotun Yevgeny Nikolayevich, born 1970, IK No. 13 in Sverdlovsk Region, ul. Kulibina, 61, g. Nizhny Tagil, Sverdlovsk Region, Russia, 622058.

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Nell'estate del 2020, Yevgeniy Korotun, padre di un figlio minorenne, è stato accusato di estremismo e preso in custodia. Parenti e amici del credente si chiedono come questo pacifico cittadino rispettoso della legge si sia trovato sotto il giogo di un procedimento penale.

Evgenij è nato nell'aprile del 1970 in una famiglia di operai dello stabilimento chimico siberiano di Seversk. Ha una sorella minore, Oksana, insegnante di professione. Yevgeniy ha studiato in una scuola d'arte, dall'età di 12 anni era appassionato di fotografia, leggeva molto. Dopo aver ricevuto l'istruzione secondaria, ha ottenuto un lavoro come operatore di attrezzature presso lo stabilimento e ha lavorato lì per 15 anni. In seguito, l'uomo si è occupato della produzione di mobili, rivestendo le pareti con intonaco decorativo e negli ultimi anni ha lavorato come idraulico. È andato in pensione nell'aprile 2020.

Eugenio studiò scrupolosamente la Bibbia per 10 anni. Si convinse che si trattava di un libro di Dio e nel 2008 intraprese il cammino cristiano della vita. Evgenia, moglie di un perseguitato per fede, condivide non solo le sue convinzioni religiose, ma anche i numerosi hobby del marito: il ciclismo, il pattinaggio sul ghiaccio, le attività ricreative all'aperto in famiglia, la lettura e il disegno. Chimico-tecnologa di professione, da bambina ha studiato in studi circensi e teatrali, si è diplomata al liceo artistico. La coppia ha un figlio, Alexander, appassionato di musica, danza, sport e lettura. Evgenij ha anche una figlia adulta avuta dal suo primo matrimonio.

Casi di successo

Nel luglio 2020, a Seversk, agenti del Comitato investigativo e dell’FSB hanno invaso l’appartamento di Yevgeny Korotun. Durante una lunga ricerca, la moglie di Evgenij e il figlio di 9 anni sono stati trattenuti sul pianerottolo. Il giorno prima era stato aperto un procedimento penale contro il credente. Yevgeniy ha trascorso 2 giorni in una struttura di detenzione temporanea e 54 giorni agli arresti domiciliari, per poi essere inviato in un centro di detenzione preventiva. È stato accusato di aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista per lo svolgimento di servizi di culto pacifici. La base erano registrazioni audio e video nascoste fatte da Kira Klisheva ed Elena Studenova, un’impiegata della Guardia Nazionale. Entrambe le donne mostravano interesse per la Bibbia. Alla fine di marzo 2021, il caso è passato al tribunale della città. Nel gennaio 2022, il tribunale ha condannato il credente a 7 anni di carcere. La Corte d’Appello e Cassazione ha confermato tale decisione. Il credente sta scontando la sua pena in una colonia penale a Nizhny Tagil.