Aggiornato: 27 maggio 2024
Nome: Kapitonov Eduard Germanovich
Data di nascita: 10 aprile 1965
Stato attuale: accusato
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Limitazioni attuali: Accordo di riconoscimento

Biografia

Dopo un'ondata di perquisizioni a Yoshkar-Ola nella primavera del 2022, Eduard Kapitonov, suo figlio Ilya e altri 7 uomini sono stati accusati di estremismo a causa della loro religione.

Eduard è nato nel 1965 nel villaggio di Vasilenki (Mari El). Da bambino amava fare sport: calcio e pallavolo.

Dopo l'istruzione secondaria, Eduard imparò a fare l'autista e durante le vacanze lavorò come assistente operatore di mietitrebbie. Dopo l'esercito, ha lavorato per un anno e mezzo in una fattoria statale come elettricista, e poi è partito per l'estremo nord nella città di Noyabrsk, nell'area autonoma di Yamalo-Nenets. Lì ha lavorato per 13 anni come autista, dopodiché si è trasferito con la sua famiglia a Yoshkar-Ola, dove ha continuato a lavorare come autista e si è qualificato come tecnico della lavorazione del legno. Eduard ha più di 40 anni di esperienza lavorativa e dal 2016 è un veterano del lavoro.

Eduard incontrò la sua futura moglie Alevtina a Yoshkar-Ola quando era lì in vacanza da Noyabrsk. Lavora come magazziniera in una fabbrica. La coppia ha due figli: la prima, Ksenia e il figlio Ilya. Ksenia insegna informatica in un centro per bambini e Ilya studia legge all'università. Condividono le credenze religiose dei loro genitori.

Eduard e Alevtina si interessarono degli insegnamenti biblici nel 1996. L'amore per questo libro e per Dio spinse la coppia a diventare testimone di Geova; prima Alevtina e poi, nel 2014, Eduard.

Nel tempo libero, Eduard ama il giardinaggio, l'orticoltura, trascorrere del tempo all'aria aperta con la sua famiglia, fare picnic e pescare. Inoltre, la famiglia spesso invita i propri amici.

A causa del procedimento penale, divenne più difficile per Eduard prendersi cura della sua famiglia. È stato aggiunto alla lista degli estremisti di Rosfinmonitoring, i suoi conti bancari sono stati bloccati e le sue proprietà sono state sequestrate. A causa dello stress che provava, il suo sonno ne risentiva e spesso aveva la pressione alta.

Casi di successo

Nell’aprile 2022 l’FSB ha aperto un procedimento penale contro i Testimoni di Geova di Yoshkar-Ola. Sono state effettuate perquisizioni in nove indirizzi e le forze dell’ordine hanno usato la forza contro uno dei credenti, Yevgeny Plotnikov. È stato arrestato e successivamente collocato in un centro di detenzione preventiva. Nell’agosto 2022, Yevgeniy è stato posto agli arresti domiciliari e a ottobre gli è stato vietato di compiere determinate azioni. Dal dicembre dello stesso anno, l’investigatore dell’FSB ha iniziato a coinvolgere altri residenti della città come imputati: Sergey Kulikov e suo figlio Alexei, Eduard Kapitonov e suo figlio Ilya, Igor Alekseev, Vladimir Usenko e Denis Petrov. L’investigatore considerava la loro confessione di fede come azioni di natura estremista. Ai credenti fu ordinato di non lasciare il luogo.