Aggiornato: 18 giugno 2024
Nome: Kalin Yaroslav Vasiliyevich
Data di nascita: 30 aprile 1969
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1), 282.3 (1)
Tempo trascorso in prigione: 1 Giorno nel centro di permanenza temporanea, 988 Giorni nel centro di detenzione preventiva
Limitazioni attuali: centro di detenzione
Frase: pena sotto forma di 7 anni di reclusione con scontamento di una pena in una colonia a regime generale, con privazione del diritto di impegnarsi in attività organizzative in associazioni pubbliche o religiose, organizzazioni pubbliche o religiose per un periodo di 5 anni, con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno e 2 mesi
Attualmente trattenuto a: Detention Centre No. 1 in Irkutsk Region
Indirizzo per la corrispondenza: Kalin Yaroslav Vasiliyevich, born 1969, Detention Centre No. 1 in Irkutsk Region, ul. Barrikad, 63, Irkutsk, Russia, 664019

Le lettere di sostegno possono essere inviate per posta ordinaria o tramite il sistema di lettere FSIN . Per pagare le lettere con una carta di una banca estera, utilizzare il servizio Prisonmail .

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Jaroslav Kalin, un pacifico padre di famiglia di Irkutsk, è uno degli spiriti di Geova della quarta generazione. In epoca sovietica, i suoi genitori furono esiliati dall'Ucraina in Siberia per la loro fede. Nell'ottobre 2021, lo stesso Yaroslav è stato accusato di un "crimine contro lo Stato".

Yaroslav è nato nell'aprile del 1969 in Siberia, dove i suoi genitori furono esiliati durante l'Operazione "Nord" nel 1951. Yaroslav ha una sorella minore. Il padre e la madre lavoravano nella fattoria statale locale, si occupavano della casa, quindi, fin dalla prima infanzia, i bambini erano abituati a lavorare.

In gioventù, Jaroslav era appassionato di sport, amava la musica e suonava in un ensemble scolastico. Dopo la scuola, ha completato i corsi come meccanico televisivo, dopodiché ha lavorato a lungo nella riparazione di apparecchiature televisive e radiofoniche.

Nel 1991, Jaroslav sposò Tatjana. Di professione è un'insegnante, ama l'interior design, ama suonare il pianoforte. La famiglia ebbe quattro figli: due femmine e due maschi. Yaroslav ha dovuto padroneggiare diverse professioni: un elettricista, un falegname, un falegname, nonché un manager nel campo del commercio, al fine di provvedere alla sua numerosa famiglia.

Una delle figlie dei Kalin, Svetlana, è un avvocato. L'altra, Liliya, lavora nel campo del supporto software. Vasiliy sta attualmente svolgendo un servizio civile alternativo, poiché le sue convinzioni non gli consentono di imbracciare le armi. Nel 2007 è successa una grande disgrazia in famiglia: all'età di quattro anni, il figlio più giovane Vitaliy è morto tragicamente.

I Kalin e i loro figli amavano trascorrere del tempo insieme: andare al lago Baikal, incontrarsi con parenti e amici. L'azione penale ha privato la moglie e i figli del sostegno del capofamiglia. Tutti hanno provato uno shock emotivo.

Parenti e amici, compresi quelli che non condividono le credenze religiose dei Kalin, non riescono a capire perché Yaroslav sia stato arrestato, perché non ha commesso alcun crimine.

Casi di successo

Nell’ottobre 2021 si è svolta una serie di perquisizioni a Irkutsk e nella regione di Irkutsk, accompagnate da pogrom e brutali pestaggi di fedeli pacifici. Si è scoperto che Yaroslav Kalin, Sergey Kosteev, Nikolay Martynov, Mikhail Moysh, Aleksey Solnechny, Andrey Tolmachev e Sergey Vasilyev sono sospettati di estremismo per aver praticato la religione dei Testimoni di Geova (articolo 282.2 del Codice penale della Federazione Russa). Dopo perquisizioni e interrogatori, le forze di sicurezza hanno arrestato sette uomini, e presto sei di loro sono stati mandati in un centro di detenzione preventiva e uno è stato posto agli arresti domiciliari. Dopo 2 mesi, le forze dell’ordine hanno condotto altre due perquisizioni: nel villaggio di Askiz (Repubblica di Khakassia) nella casa di Denis Sarazhakov e nella città di Mezhdurechensk (regione di Kemerovo) con Igor Popov. Entrambi sono stati arrestati, portati a più di 1500 km da Irkutsk e posti in custodia. Nel dicembre 2022, il caso dei credenti è andato in tribunale. Nel gennaio 2024, il tribunale li ha condannati a varie pene detentive in una colonia penale, da 3 a 7 anni, soddisfacendo la richiesta del pubblico ministero.