Aggiornato: 12 aprile 2024
Nome: Egozaryan Igor Artemovich
Data di nascita: 17 gennaio 1965
Stato attuale: Condannato
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 2 Giorni nel centro di permanenza temporanea, 398 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 757 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di 6 anni di reclusione con scontare la pena in una colonia correzionale di regime generale; con privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni religiose pubbliche per un periodo di 4 anni; con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno
Attualmente trattenuto a: Penal Colony No 6 in Udmurtia Republic
Indirizzo per la corrispondenza: Egozaryan, Igor Artemovich, born 1965, IK No 6 in Udmurtia Republic, ul. Zavodskaya, 2a, stantsiya Lyuga, Mozhginsky region, Udmurtia Republic, Russia 427750

Lettere di sostegno possono essere inviate in formato cartaceo a mezzo «zonatelecom».

Pacchi e pacchi non devono essere spediti a causa del limite del loro numero all'anno.

Nota: nelle lettere non e' consentito parlare di argomenti relativi al procedimento penale ; il Russo e' l'unica lingua autorizzata

Biografia

Nel settembre 2021 un tribunale di Volgograd ha condannato quattro civili a pene detentive per aver creduto in Geova Dio. Uno di loro è Igor Egozaryan.

Igor è nato nel 1965 a Volgograd in una semplice famiglia della classe operaia. Ha una sorella minore. Da bambino era appassionato di musica, padroneggiava autonomamente la chitarra e si esibiva in un gruppo musicale amatoriale nelle serate scolastiche. Dopo essersi diplomato, ha lavorato come calzolaio, costruttore ed elettricista.

All'inizio degli anni '90, grazie a sua madre, Igor conobbe per la prima volta gli insegnamenti della Bibbia. Ne colpì la logica e la semplicità.

I parenti di Igor sono indignati per l'ingiusta condanna inflitta a lui solo a causa delle sue opinioni religiose. La madre di Igor, che ha già più di 80 anni, è particolarmente preoccupata. Quando il credente è stato gettato dietro le sbarre, l'anziana donna ha perso il sostegno tanto necessario di suo figlio.

Casi di successo

Nella primavera del 2019, il Comitato investigativo ha avviato un procedimento penale contro i credenti di Volgograd. Sergey Melnik, Igor Egozaryan, Valeriy Rogozin e Denis Peresunko sono stati accusati di aver organizzato un’organizzazione estremista, e gli ultimi due sono stati anche accusati di finanziarla. Hanno trascorso dai 5 ai 7 mesi nel centro di detenzione. Gli avvocati hanno richiamato l’attenzione del giudice Irina Struk su numerose violazioni da parte dell’indagine. Alcuni testimoni hanno dichiarato che le loro testimonianze sono state falsificate. I testimoni segreti sono stati interrogati in incognito: secondo loro, temevano per la loro vita e la loro salute. Nel settembre 2021, il tribunale ha condannato quattro credenti a pene detentive che vanno da 6 anni a 6 anni e 5 mesi. Nel marzo 2022, una corte d’appello ha confermato il verdetto. Nell’agosto dello stesso anno, Igor Egozaryan, Denis Peresunko e Valeriy Rogozin sono stati portati a 1.200 km dalla loro casa alla colonia correzionale n. 6 nella Repubblica di Udmurtia, e Sergey Melnik è stato successivamente trasferito alla colonia correzionale n. 5 nella regione di Kirov.