Aggiornato: 13 giugno 2024
Nome: Bushev Yevgeniy Valeriyevich
Data di nascita: 9 novembre 1973
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1)
Tempo trascorso in prigione: 170 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 49 Giorni nella colonia
Limitazioni attuali: centro di detenzione
Frase: pena sotto forma di 6 anni di reclusione con privazione del diritto di impegnarsi in determinate attività legate alla leadership e alla partecipazione di organizzazioni religiose allo schiavo per un periodo di 8 anni e con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno e 10 mesi, con scontare una pena detentiva in una colonia correzionale di regime generale
Attualmente trattenuto a: in the process of moving to the place where the sentence is to be served

Biografia

Yevgeniy Bushev ha scoperto di essere imputato in un procedimento penale per la sua fede nel settembre 2022, quando le case dei Testimoni di Geova sono state perquisite nella sua città natale di Chelyabinsk e lui stesso è diventato una delle vittime di azioni illegali da parte delle forze dell'ordine.

Yevgeniy è nato nel novembre 1973 a Chelyabinsk. Ha una sorella minore. La madre lavorava come infermiera in un asilo. I genitori divorziarono quando il bambino aveva 6 anni. Dopo 30 anni, Evgenij riprese a comunicare con suo padre, e rimasero in contatto fino alla sua morte. Anche la madre non è più in vita.

Fin dalla sua giovinezza, Evgenij era seriamente appassionato di sport: prima il pugilato, poi il karate, partecipava alle competizioni cittadine. Voleva migliorare nelle arti marziali, ma dopo un infortunio nel 1995, ha dovuto terminare la sua carriera sportiva. Era anche appassionato di pittura e fotografia.

Dopo la scuola, Evgenij entrò in un college industriale, ma non terminò gli studi, poiché dedicava la maggior parte del suo tempo allo sport. Si è diplomato ai corsi di saldatore elettrico e a gas e ha studiato per diventare tornitore. Dopo essersi ritirato dallo sport, Yevgeniy ha seguito un addestramento speciale e ha lavorato come guardia di sicurezza per 8 anni. Recentemente si è occupato di riparazione e manutenzione di edifici.

Fin dall'infanzia, Evgenij si è posto delle domande: qual è il senso della vita? Esiste un Dio? L'umanità ha un futuro? Perché il male non è sempre punito? Cercò risposte in diverse religioni e filosofie. All'età di 30 anni Evgenij cominciò a studiare la Bibbia. Rimase colpito dalla coerenza di questo libro con la scienza, dall'adempimento delle profezie in esso contenute e dalla saggezza delle sue leggi. Nel 2004 decide di intraprendere il cammino cristiano.

Yevgeniy ama ancora lo sport: va in bicicletta, fa escursioni in montagna ed esegue esercizi di forza sulle parallele asimmetriche, sulla barra orizzontale e sui kettlebell.

A causa del procedimento penale, il credente ha perso una fonte di reddito stabile, poiché è stato costretto a dimettersi e i suoi conti bancari sono stati bloccati. Inoltre, a causa dello stress, le malattie croniche sono peggiorate.

I parenti e gli amici di Evgenij non capiscono perché stiano perseguitando questo cittadino rispettoso della legge.

Casi di successo

Una sera di settembre del 2022, Yevgeniy Bushev di Chelyabinsk era in visita da un amico quando le forze di sicurezza hanno fatto irruzione in lui per una perquisizione. Come si è scoperto, il Comitato investigativo sospettava Yevgeniy di partecipare alle attività di un’organizzazione estremista ed è stato aperto un procedimento penale contro di lui. Il credente è stato portato a casa per una perquisizione e il giorno dopo è stato posto sotto accordo di riconoscimento. In seguito, l’articolo dell’accusa è stato riclassificato come organizzazione delle attività di un’organizzazione estremista. Secondo l’investigatore Aleksandr Chepenko, Bushev è colpevole di estremismo perché ha partecipato alle funzioni dei testimoni di Geova e ha parlato con la gente della Bibbia. La testimonianza contro il credente fu resa da un impiegato della Guardia Nazionale, che finse interesse per la Bibbia. Nell’agosto 2023, il tribunale ha accettato il materiale del caso per l’esame e due mesi dopo ha condannato il credente a 7 anni di reclusione reale. Nell’aprile 2024, l’appello ha ridotto questo periodo a 6 anni di carcere.