Aggiornato: 19 giugno 2024
Nome: Belousov Sergey Yuriyevich
Data di nascita: 20 marzo 1978
Stato attuale: persona condannata
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Limitazioni attuali: Sospensione condizionale della pena
Frase: pena sotto forma di reclusione per un periodo di 3 anni, con privazione del diritto di impegnarsi in attività relative alla collocazione di ricorsi e altri materiali nelle reti di informazione e telecomunicazione, compreso Internet, per un periodo di 5 anni, con limitazione della libertà per un periodo di 1 anno, la pena principale sotto forma di reclusione è considerata sospesa con un periodo di prova di 3 anni

Biografia

Una volta le verità bibliche colpirono molto Sergej Belousov, un residente civile di Seversk. La fede in Dio lo ha aiutato a trovare un senso alla vita, ma ora è diventata un pretesto per un procedimento penale. Nel marzo 2021, le forze dell'ordine hanno notificato al credente che era stato aperto un procedimento penale contro di lui.

Sergey è nato nel marzo del 1978 nella piccola città di Esil (Kazakistan) in una famiglia di musicisti. Sergey ha un fratello maggiore. La madre è un'insegnante di pianoforte e il padre è un insegnante di pianoforte e fisarmonica.

Da bambino, Sergey ha frequentato le sezioni sportive di sambo e pugilato. Dopo la scuola, è venuto a studiare al Tomsk Dough-Building College, dove ha ricevuto una specializzazione in ingegneria elettronica. In seguito Sergey si è laureato al Politecnico di Tomsk. Per 10 anni ha lavorato in uno stabilimento petrolchimico come elettricista, capogruppo, direttore di cantiere e successivamente come progettista presso un istituto di design.

Nel 1997, mentre studiava in una scuola tecnica, Sergey incontrò la sua futura moglie Svetlana, che stava studiando per diventare ingegnere informatico. Si sono sposati 2 anni dopo. Gli sposi si divertono a pattinare sul ghiaccio e a praticare attività ricreative all'aperto nel tempo libero. Sergei ama anche il calcio e suonare la chitarra, e Svetlana è impegnata nel ricamo, lavorando a maglia, cucito e anche andando in bicicletta.

Nel 2001 Sergey incontrò per la prima volta i testimoni di Geova, che lo aiutarono a trovare nella Bibbia le risposte alle domande che lo preoccupavano. Dopo un po' di tempo la moglie di Sergej si unì allo studio delle Sacre Scritture, perché aveva sempre creduto in Dio e considerava la Bibbia un libro speciale. Ben presto anche lei divenne cristiana.

Nel 2000 la coppia ha avuto una figlia. È stata cresciuta come credente. Le piace suonare il pianoforte e la chitarra, così come la creatività e lo studio delle lingue straniere.

Il procedimento penale ha influito negativamente sulla salute fisica ed emotiva di Sergey e della sua famiglia: li ha privati della pace, non hanno la sensazione di una sorveglianza costante. "Ogni volta che bussa alla porta suscita ansia, poiché vengono ricordate le sensazioni provate durante la perquisizione", afferma Sergey. Inoltre, le malattie croniche del credente sono peggiorate: il mal di testa è diventato più frequente, ci sono improvvisi picchi di pressione e disturbi del sonno. Le figlie di Sergey cominciarono ad avere incubi.

I parenti di Sergey sono molto preoccupati per lui e la sua famiglia. Non riescono proprio a capire come nel 21° secolo una persona che sta cercando di condurre uno stile di vita altamente morale possa essere perseguitata per aver creduto in Dio ed etichettata come "estremista".

Casi di successo

Per diversi mesi l’agente dei servizi segreti Kira Klisheva, che mostrava interesse per la Bibbia, tenne registrazioni video segrete dei servizi di culto dei testimoni di Geova a Seversk. Ha trasmesso i dati all’FSB. Nel luglio 2020, i dipendenti del Comitato investigativo hanno invaso con una perquisizione un pacifico padre di famiglia Sergey Belousov. Nel marzo 2021, il Dipartimento investigativo per il territorio amministrativo chiuso di Seversk ha aperto un procedimento penale contro il credente, separandolo dal caso di Yevgeny Korotun. Belousov è stato accusato di estremismo, che, secondo l’indagine, si è espresso nella partecipazione a servizi di culto, nell’esecuzione di canti religiosi e preghiere. Nel luglio 2021, il caso è stato presentato al tribunale della città di Seversky della regione di Tomsk. È stato esaminato dal giudice Ekaterina Soldatenko. Il 14 aprile 2022, Belousov è stato condannato a 3 anni di libertà vigilata con restrizione della libertà per 1 anno. Nel giugno 2022, la corte d’appello ha confermato questa decisione.