Aggiornato: 24 luglio 2024
Nome: Antonov Denis Nikolayevich
Data di nascita: 17 dicembre 1976
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2)
Tempo trascorso in prigione: 145 Giorni nel centro di detenzione preventiva, 515 Giorni nella colonia
Frase: pena sotto forma di 2 anni di reclusione in una colonia penale di regime generale, con restrizione della libertà per 6 mesi

Biografia

Nel 2019, diversi residenti di Saransk, tra cui Denis Antonov, sono stati perseguiti per la loro fede. Le forze dell'ordine consideravano le conversazioni sulla Bibbia come partecipazione alle attività di un'organizzazione estremista. Secondo la decisione del tribunale, Denis ha dovuto trascorrere quasi 2 anni dietro le sbarre.

Denis è nato nel 1976 a Syktyvkar (Repubblica dei Komi). La famiglia si spostava frequentemente, poiché suo padre lavorava come agronomo e aiutava nelle fattorie collettive del nord. Denis aveva un fratello che non è più in vita.

Dopo la scuola, Denis entrò in una scuola tecnica a Vorkuta, dove si laureò in elettromeccanica mineraria. Per circa cinque anni lavorò in una miniera come elettricista sotterraneo, poi come custode, addetto alla manutenzione degli edifici e prima del suo arresto come caposquadra. Suo padre ha instillato in Denis l'amore per la fotografia, la macrofotografia e fino ad oggi il suo hobby insieme al gioco degli scacchi.

Fin dalla sua giovinezza, Denis si è interrogato su Dio, ha cercato di leggere la letteratura religiosa e la Bibbia, ma non ne ha capito molto. Mentre prestava servizio nell'esercito, corrispondeva con un amico che gli parlava degli insegnamenti biblici. La coerenza della Bibbia e il fatto che Dio abbia un nome hanno toccato il cuore di Denis, che ha deciso di intraprendere la strada cristiana. Anni dopo, in un'udienza del suo caso, Denis disse: "Per più della metà della mia vita sono stato testimone di Geova e ho sempre cercato di coltivare l'amore per Dio e per le persone".

Nel 2015, Denis ha sposato Olga, che conosceva dal 1996. Ha lavorato come cuoca in una fabbrica di carbone e in un asilo. La coppia si è trasferita da Vorkuta a Saransk per prendersi cura dell'anziana madre di Olga, rimasta sola dopo la morte del marito. Durante la perquisizione, le autorità hanno portato via i loro libretti di lavoro e altri documenti, il che ha costretto Denis a chiudere la sua attività. Fino al suo arresto, la coppia è stata costretta a fare lavori saltuari.

Nel giugno 2024, Denis è stato rilasciato dalla colonia penale e si è felicemente riunito con la sua famiglia e i suoi amici. È molto grato a loro per averlo sostenuto durante tutto il procedimento penale.

Casi di successo

Nel febbraio 2019, a Saransk, l’FSB ha aperto un procedimento penale contro tre credenti per sospetto di estremismo. Dopo le perquisizioni di massa, Vladimir Atryakhin, padre di due bambini piccoli, così come Aleksandr Shevchuk e Georgiy Nikulin sono finiti in un centro di detenzione preventiva, dove hanno trascorso dai due ai cinque mesi. Successivamente, altri tre imputati sono comparsi nel caso: Aleksandr Korolev, Yelena Nikulina e Denis Antonov. Il caso è andato in tribunale nel maggio 2021. La difesa è riuscita a dimostrare più volte alla corte che il testimone declassificato Vlasov stava dando una falsa testimonianza. Nell’agosto 2022, i credenti sono stati condannati: Vladimir Atryakhin è stato condannato a sei anni, Georgiy e Yelena Nikulin a quattro anni e due mesi ciascuno, e Aleksandr Shevchuk, Aleksandr Korolev e Denis Antonov a due anni di carcere. L’appello ha confermato il verdetto. Nel novembre 2023, Shevchuk è stato rilasciato dalla colonia e nel giugno 2024 anche Korolev e Antonov sono stati rilasciati.