Aggiornato: 13 giugno 2024
Nome: Akopov Aleksandr Andreevich
Data di nascita: 4 novembre 1992
Stato attuale: chi ha scontato la pena principale
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (1), 282.3 (1)
Tempo trascorso in prigione: 1 Giorno nel centro di permanenza temporanea, 357 Giorni nel centro di detenzione preventiva
Frase: sanzione sotto forma di multa per un importo di 250.000 rubli

Biografia

Nel dicembre 2018, a Neftekumsk (Territorio di Stavropol), tre credenti, tra cui Aleksandr Akopov, sono stati arrestati durante perquisizioni di massa negli appartamenti dei civili. Cosa si sa di lui?

Aleksandr è nato nel 1992 a Neftekumsk. È single e ha due fratelli. Da bambino è stato attivamente coinvolto nel calcio, nel basket e nel tennis. Lavora con il padre e il fratello maggiore nel campo dell'edilizia e della riparazione. Ha padroneggiato in modo indipendente la specialità di costruttore-finitore, i clienti lo apprezzano per la sua professionalità e coscienziosità. Gli piace ancora giocare a pallone con gli amici o rilassarsi in mezzo alla natura. Può preparare una deliziosa delizia per gli ospiti.

Alessandro conobbe la Bibbia da bambino grazie a sua madre. Sotto l'influenza del libro sacro, all'età di 6 anni, si sbarazzò dei giocattoli militari e decise che non avrebbe preso le armi.

Parenti e conoscenti che non condividono le convinzioni religiose di Alessandro sono completamente perplessi sul fatto che questo giovane calmo, educato e gentile sia finito in prigione a causa della sua fede. Alcuni pregano per lui.

Il padre di Alexander, anch'egli non testimone di Geova, disse di essere orgoglioso di lui.

Casi di successo

Nell’agosto 2017, le forze di sicurezza hanno condotto un raid contro i fedeli di Neftekumsk durante un picnic. Più della metà delle 18 persone arrestate erano bambini, anziani e disabili. Nel dicembre 2018, l’FSB ha avviato un procedimento penale per estremismo. Sono state perquisite le case dei credenti locali. Shamil Sultanov, Konstantin Samsonov e Aleksandr Akopov hanno trascorso circa un anno in un centro di detenzione. L’accusa ha ripetutamente chiamato come testimoni persone condannate. Alcuni di loro non conoscevano gli imputati. La difesa ha puntato il dito contro la fabbricazione dei materiali del caso. Nel marzo 2022, il pubblico ministero ha chiesto 9 anni in una colonia penale per Samsonov e 8 anni ciascuno per Akopov e Sultanov. Nell’aprile 2022, il tribunale ha condannato Samsonov a 7,5 anni in una colonia penale, Akopov e Sultanov hanno ricevuto ciascuno una multa di 500.000 rubli. A seguito dei risultati dell’appello, nell’agosto 2022, Samsonov ha pagato una multa di 400.000 rubli tenendo conto del tempo trascorso nel centro di detenzione, mentre Akopov e Sultanov hanno pagato 250.000 rubli ciascuno. Tale decisione è stata confermata dalla Corte di Cassazione.