Kirill Guschin, i suoi cari e amici vicino al tribunale il giorno dell’udienza d’appello, 2 luglio 2024

Vittorie legali

Un appello in Kabardino-Balkaria ha confermato il diritto di Kirill Gushchin di professare la religione dei testimoni di Geova

Kabardino-Balkaria

Il 2 luglio 2024 la Corte Suprema della Kabardino-Balkaria ha respinto il ricorso del pubblico ministero contro l'assoluzione di Kirill Gushchin, un testimone di Geova. L'assoluzione è entrata in vigore. Al credente è riconosciuto il diritto alla riabilitazione.

Due mesi prima, nel maggio 2024, il tribunale di primo grado aveva assolto Kirill Gushchin, dichiarandolo non colpevole di estremismo. Il pubblico ministero ha chiesto 7 anni in una colonia a regime generale per il credente.

Nel ricorso, il pubblico ministero ha espresso disaccordo con le conclusioni del giudice di primo grado. Secondo il pubblico ministero, le deposizioni di testimoni e periti sono state valutate in modo errato e hanno richiesto un nuovo processo. L'avvocato e il credente stesso non sono d'accordo e ritengono che il pubblico ministero non abbia tenuto conto delle prove ottenute in tribunale, nonché delle spiegazioni della decisione del Plenum della Corte Suprema della Federazione Russa secondo cui la confessione individuale o congiunta della religione, l'esecuzione di servizi divini o altri riti e cerimonie religiose non costituiscono reati (paragrafo 20). La difesa ha anche insistito sul fatto che la corte aveva già considerato attentamente tutte le prove e ha scoperto che le azioni di Gushchin non contenevano segni di estremismo.

Kirill Gushchin, da parte sua, ha richiamato l'attenzione sul fatto che il tribunale di primo grado non ha commesso violazioni quando ha considerato le prove sia dell'accusa che della difesa. Ha aggiunto: "Le argomentazioni presentate dal pubblico ministero non contengono fatti che indichino l'esistenza di motivi per ribaltare la sentenza".

La corte si è schierata dalla parte dell'imputato, affermando: "Pertanto, le prove presentate dall'accusa nella loro interezza non hanno confutato l'affermazione dell'imputato secondo cui egli non ha organizzato e continuato le attività dell'organizzazione religiosa locale dei Testimoni di Geova di Maiskiy, che è stata liquidata da una decisione del tribunale, ma, essendo un aderente e un seguace della religione dei testimoni di Geova, partecipava allo svolgimento di cerimonie religiose di questa religione in locali residenziali ... leggere e discutere letteratura religiosa, visionare materiale religioso, diffondere credenze religiose, che è considerato l'esercizio del diritto alla libertà di coscienza e di religione e non è correlato all'organizzazione, alla continuazione o al rinnovo delle attività proibite di un'organizzazione riconosciuta come estremista".

Kirill Gushchin difende il suo diritto alla religione da più di 4 anni. È stato avviato anche un procedimento penale per partecipazione alle attività di un'organizzazione estremista contro la moglie del credente, Svetlana.

Nel 2021, un altro testimone di Geova della Kabardino-Balkaria, Yuriy Zalipaev, è stato assolto. La decisione del tribunale è già stata approvata dai tribunali superiori. L'accusa si è ufficialmente scusata per l'ingiustificato procedimento penale e il tribunale ha deciso di pagare un risarcimento per danni morali.

Il caso di Gushchin a Mayskiy

Casi di successo
Nel maggio 2020, il Comitato investigativo ha avviato un procedimento penale contro Kirill Gushchin, un pacifico padre di famiglia della città di Mayskiy, per la sua fede. Le forze dell'ordine hanno condotto una serie di perquisizioni nelle case dei fedeli. Al mattino presto hanno fatto irruzione nelle case, hanno piantato pubblicazioni proibite e hanno usato la forza contro i familiari dei credenti. Circa un anno dopo, è stato avviato un altro procedimento contro Kirill Gushchin, questa volta per "coinvolgimento di altri nell'attività di un'organizzazione estremista", come le forze di sicurezza chiamano le conversazioni dei credenti sulla Bibbia. In seguito, il caso contro la moglie di Kirill, Svetlana, e altre 4 donne pacifiche è stato trasformato in un procedimento separato dal caso Gushchin. Nel giugno 2021, il caso di Gushchin è andato in tribunale. Durante le udienze, è apparso evidente che la studiosa religiosa Larisa Astakhova "aveva sostituito concetti oggettivi con la sua opinione personale" nello studio peritale su cui si basava il caso. Nel maggio 2024, il tribunale ha assolto il credente e in seguito l'istanza di appello ha confermato questa sentenza.
Cronologia

Persone coinvolte

Caso penale

Regione:
Kabardino-Balkaria
Insediamento:
Maggiosky
Sospettato di:
Secondo l'indagine, "ha compiuto azioni attive, espresse nello svolgimento dei servizi divini, consistenti nell'esecuzione sequenziale di canti ... e preghiere a Geova Dio".
Caso giudiziario nr.:
12002830005000024
Inizio caso:
7 maggio 2020
Stato attuale del caso:
Il verdetto è entrato in vigore
Inquirente:
Dipartimento investigativo interdistrettuale Maysky della direzione investigativa del comitato investigativo della Federazione russa per la Repubblica di Kabardino-Balcaria
Articolo del Codice Penale Russo:
282.2 (1), 282.2 (1.1)
Numero del procedimento giudiziario:
1-1/2024 (1-2/2023; 1-7/2022; 1-128/2021)
Tribunale:
Майский районный суд Кабардино-Балкарской Республики
Giudice:
Руслан Атакуев
Casi di successo