Fonte: sito web della Corte Suprema della Repubblica Udmurta

Verdetti ingiusti

L'appello ha confermato il verdetto di Potapov e Gobozev. Pagheranno una multa per aver praticato una religione non vietata

Udmurtia

Il 18 giugno 2024, il Collegio Giudiziario della Corte Suprema della Repubblica Udmurta ha confermato il verdetto contro Sergey Gobozev e Mikhail Potapov. Gli uomini dovranno pagare rispettivamente 450.000 e 400.000 rubli. Il tribunale ha ignorato gli argomenti che gli imputati hanno citato nei loro appelli.

Gobozev e Potapov considerano illegale il verdetto di primo grado. Sono convinti di essere perseguitati solo perché sono cristiani testimoni di Geova, professano la loro religione in modi non proibiti dalla legge senza segni di estremismo. "Dichiarandomi colpevole", ha detto Sergei Gobozev, "il tribunale non ha determinato quali conseguenze siano derivate dalle mie azioni... e non li ha rispecchiati nel verdetto".

Sergey Gobozev ha richiamato l'attenzione della Corte d'appello su numerose violazioni del diritto processuale, comprese quelle relative all'esame e alle prove materiali. Nessuno dei testimoni intervistati aveva mai sentito da lui dichiarazioni estremiste.

Mikhail Potapov ha sottolineato di essere stato accusato di aver partecipato a servizi di culto pacifici, a cui non ha nemmeno partecipato. Ha anche osservato nella sua denuncia che lo Stato e tutti i funzionari sono obbligati a mantenere la neutralità e l'imparzialità, non hanno il diritto di valutare la legittimità delle credenze religiose e determinare cosa possono credere e cosa no.

Nel prendere la sua decisione, la Corte d'Appello non ha applicato le disposizioni dell'articolo 18 del Patto internazionale sui diritti civili e politici, secondo cui ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione.

Il caso di Gobozev e Potapov a Votkinsk

Casi di successo
Il pensionato e veterano del lavoro Sergey Gobozev e il tecnico di riparazione Mikhail Potapov di Votkinsk sono stati arrestati nel gennaio 2021. Il Comitato d’Inchiesta li accusò di aver organizzato l’attività di un’organizzazione estremista solo perché gli uomini si riunivano con gli amici per parlare della Bibbia. Di conseguenza, Potapov ha trascorso 4 mesi in custodia cautelare e Gobozev agli arresti domiciliari. Entrambi sono stati poi banditi da alcune attività. Nel settembre 2021, il caso è andato in tribunale. Durante le udienze, si è saputo che i testimoni dell’accusa erano stati sottoposti a pressioni e le loro testimonianze falsificate. Nel marzo 2024, il pubblico ministero ha chiesto 6,5 anni di reclusione per i credenti, ma il tribunale ha imposto multe a entrambi: 450.000 rubli per Gobozev e 400.000 per Potapov. La corte d’appello ha lasciato in vigore la sentenza.
Cronologia

Persone coinvolte

Caso penale

Regione:
Udmurtia
Insediamento:
Votkinsk
Sospettato di:
"nel corso di riunioni religiose illegali organizzate e dirette da Gobozev e Potapov, sono stati studiati articoli del libro 'Sacra Scrittura - Traduzione del Nuovo Mondo'" (dalla decisione di perseguire come imputato)
Caso giudiziario nr.:
12102940001000201
Inizio caso:
20 gennaio 2021
Stato attuale del caso:
Il verdetto è entrato in vigore
Inquirente:
Direzione investigativa del Comitato investigativo della Federazione russa per la Repubblica di Udmurt
Articolo del Codice Penale Russo:
282.2 (1)
Numero del procedimento giudiziario:
1-6/2024 (1-9/2023; 1-25/2022; 1-542/2021)
Tribunale:
Воткинский районный суд Удмуртской Республики
Giudice:
Тамара Макарова
Casi di successo