Tatyana Piskareva vicino al tribunale regionale, dove il 16 maggio 2024 è stato esaminato il suo ricorso

Verdetti ingiusti

La Corte d'Appello di Orël ha confermato la condanna di Tat'jana Piskareva, 68 anni, a 2 anni e mezzo di lavori forzati per la sua fede in Geova

Regione di Orël

Il verdetto contro Tatyana Piskareva, condannata a 2,5 anni di lavori forzati è entrato in vigore: il 16 maggio 2024 il tribunale regionale di Orël non ha soddisfatto il suo appello. La credente è già separata da 3 anni e mezzo dal marito, condannato a 6 anni in una colonia penale con accuse simili di estremismo.

A marzo, il tribunale distrettuale di Sovetskiy della città di Orël ha giudicato Piskareva colpevole di aver partecipato all'attività di un'organizzazione estremista per aver partecipato a riunioni pacifiche per il culto. Secondo le indagini, il credente ha agito per "odio e inimicizia" religioso. Tuttavia, questo non è stato dimostrato in tribunale. Il verdetto è stato impugnato. "Ho adorato il mio Dio Geova in pace... Non ho impedito a nessuno di vivere la propria vita personale, nessuno si è fatto male... Ho obbedito alle leggi del paese in cui vivo. E all'improvviso sono stata falsamente accusata di qualcosa a cui non avevo mai partecipato", ha detto Piskareva, rivolgendosi alla corte d'appello nella sua dichiarazione finale.

"La mia condotta del tutto legittima, volta solo a esprimere la mia fede in modi tipici dei testimoni di Geova di tutto il mondo, è stata erroneamente considerata dalla corte come azioni illegali ... Allo stesso tempo, la legge non considera la pratica della religione, a cui appartenevano le associazioni religiose liquidate, anche insieme ad altre, come un segno di estremismo. Pertanto, dichiarare un'entità legale come estremista non equivale a imporre un divieto a una religione", ha spiegato Tatyana.

Nella regione di Orël, 8 testimoni di Geova sono già stati perseguiti per la loro fede, 3 di loro sono stati condannati al carcere.

Il caso di Piskareva a Orël

Casi di successo
Nel dicembre 2020 a Orël hanno avuto luogo irruzioni nelle case dei Testimoni di Geova. La casa di Vladimir Piskarev e Tatyana Piskareva è stata tra quelle violate dalle forze di sicurezza. Vladimir è stato arrestato. Nell'ottobre 2021 Tatyana è stata anche imputata in un procedimento penale per aver creduto in Geova Dio. Il credente è stato accusato di aver partecipato a riunioni pacifiche per il culto. Nel marzo 2023, il caso è andato in tribunale. Undici testimoni dell'interrogatorio per l'accusa hanno riferito di non aver conosciuto Tatyana, di non aver ricevuto alcuna letteratura da lei e di non aver sentito alcun appello estremista da parte sua. Un anno dopo, Tatyana è stata condannata a 2 anni e 6 mesi di lavori forzati. Nel maggio 2024, la corte d'appello ha confermato questa decisione.
Cronologia

Persone coinvolte

Caso penale

Regione:
Regione di Orël
Insediamento:
Orël
Sospettato di:
Secondo l'indagine, "ha preso parte alle riunioni di un'organizzazione religiosa vietata".
Caso giudiziario nr.:
12102540005000067
Inizio caso:
28 ottobre 2021
Stato attuale del caso:
Il verdetto è entrato in vigore
Inquirente:
Dipartimento investigativo per il distretto Sovetsky di Orel della direzione investigativa del comitato investigativo della Federazione Russa
Articolo del Codice Penale Russo:
282.2 (2)
Numero del procedimento giudiziario:
1-9/2024 (1-183/2023)
Tribunale di primo grado:
Советский районный суд г. Орла
Giudice del Tribunale di primo grado:
Дмитрий Сухов
Casi di successo