Viktor Stashevskij

All'interno di colonie penali e centri di detenzione

Viktor Stashevskiy può diventare il primo testimone di Geova ad essere mandato dalla colonia penale in prigione per violazioni fittizie

Crimea

Il 2 maggio 2024, il giudice del tribunale distrettuale di Apsheronskiy del territorio di Krasnodar ha deciso di soddisfare la richiesta della colonia e di trasferire Viktor Stashevskiy dalla colonia al carcere per 3 anni.

Secondo la legge, coloro che sono condannati per reati particolarmente pericolosi, come terrorismo, presa di ostaggi, massacri, ecc. dovrebbero essere mandati in prigione. Le condizioni nelle carceri sono molto più difficili che nelle colonie: i prigionieri sono in celle anguste e chiuse, spesso in isolamento. Se i detenuti nelle colonie vivono in caserme e si muovono liberamente sul territorio, allora la possibilità di camminare in prigione è strettamente limitata - ad esempio, le passeggiate si svolgono sotto scorta in un piccolo cortile, sopra il quale è fissata una grata o filo spinato. Inoltre, in carcere, i detenuti non possono lavorare e studiare alcuna specialità.

Stashevskiy sta già scontando la sua pena per la sua fede da tre anni. È detenuto nella colonia correzionale n. 9 nel territorio di Krasnodar, situata nella città di Khadyzhensk. Secondo le pene inventate, il credente è stato ritenuto un violatore doloso dell'ordine di scontare la sua pena, ed è stato anche accusato di numerose altre violazioni. Tuttavia, non conosceva nemmeno la maggior parte di loro. Nella colonia fu tenuto in condizioni rigorose e più volte imprigionato in una stanza tipo cella, una sorta di "prigione interna".

La decisione del tribunale di trasferire Stashevskiy in un altro istituto penitenziario non è ancora entrata in vigore. Continua a trovarsi nella colonia e intende presentare ricorso contro il trasferimento illegale.

Caso di Stashevskiy a Sebastopoli

Casi di successo
Nel maggio 2019, un investigatore dell’FSB ha aperto un procedimento penale contro Viktor Stashevskiy per aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista. Fu accusato di “propagare le idee dei testimoni di Geova, di tenere adunanze e di tenere spettacoli religiosi”. Il caso prevedeva la testimonianza di un testimone segreto. Dopo 8 mesi di processi, sono ricominciate le udienze in relazione alle dimissioni del giudice. Nel marzo 2021, il tribunale ha condannato Stashevskiy a 6,5 anni in una colonia a regime generale. La corte d’appello ha confermato il verdetto. Da settembre 2021, il credente si trova nell’IK-9 del Territorio di Krasnodar. Lì, Stashevskiy è stato accusato di violazione dolosa dell’ordine a causa di numerose sanzioni, la maggior parte delle quali non conosceva nemmeno. Nel maggio 2024, il tribunale ha deciso di cambiare il tipo di istituto correzionale per un credente in una prigione per un periodo di 3 anni. A giugno, la corte d’appello ha confermato questa sentenza.
Cronologia

Persone coinvolte

Caso penale

Regione:
Crimea
Insediamento:
Sevastopol
Sospettato di:
Secondo l'inchiesta egli continuò le attività e propagandò le idee dei testimoni di Geova, tenne adunanze e tenne discorsi religiosi
Caso giudiziario nr.:
11907350001670005
Inizio caso:
31 maggio 2019
Stato attuale del caso:
Il verdetto è entrato in vigore
Inquirente:
Ufficio investigativo dell'Ufficio federale russo per la sicurezza della Repubblica di Crimea e la città di Sebastopoli
Articolo del Codice Penale Russo:
282.2 (1)
Numero del procedimento giudiziario:
1-23/2021 (1-165/2020)
Tribunale:
Гагаринский районный суд г. Севастополя
Giudice:
Павел Крылло
Casi di successo