Da sinistra a destra: Margarita Moiseyenko, Galina Yatsik e Yelena Yatsyk in aula

Verdetti ingiusti

Il tribunale della regione dell'Amur ha emesso pene sospese da due a tre anni a tre donne per aver letto la Bibbia

Regione dell'Amur

Il 21 settembre 2023, il giudice Ivan Moiseyenko del tribunale distrettuale di Zeya della regione dell'Amur ha dichiarato Margarita Moiseyenko, 44 anni, Yelena Yatsyk, 51 anni, e Galina Yatsik, 72 anni, colpevoli di aver partecipato alle attività di un'organizzazione estremista e le ha condannate a pene sospese.

Il pubblico ministero ha chiesto di mandare i fedeli in una colonia penale per pene da due anni e mezzo a tre anni, ma il tribunale ha condannato Margarita Moiseyenko a tre anni con sospensione condizionale della pena con la privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche per tre anni e la restrizione della libertà per dieci mesi con un periodo di prova di tre anni. Galina Yatsik ha ricevuto una condanna a due anni con sospensione condizionale della pena con la privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro di organizzazioni pubbliche per tre anni, restrizione della libertà per sei mesi con un periodo di prova di due anni. Il giudice ha condannato Yelena Yatsyk a due anni e mezzo con sospensione condizionale della pena con la privazione del diritto di impegnarsi in attività legate alla leadership e alla partecipazione al lavoro delle organizzazioni pubbliche per tre anni, restrizione della libertà per otto mesi con un periodo di prova di due anni. Il verdetto non è entrato in vigore e può essere impugnato.

I credenti non sono d'accordo con la decisione della corte. Yelena Yatsyk ha sottolineato questa posizione quando ha dichiarato nelle sue ultime parole: "Non mi considero colpevole e non intendo rinunciare alle mie convinzioni religiose. Sono sicuro di avere il diritto di continuare a praticare la religione che preferisco. Questo diritto mi è garantito dall'articolo 28 della Costituzione della Federazione Russa. Galina Yatsik ha detto alla corte: "Non c'è corpus delicti nelle mie azioni, poiché il mio motivo è l'amore per Dio e l'amore per le persone . . . La mia coscienza è pulita sia davanti a Dio che davanti allo Stato".

Nel marzo 2019 è avvenuta la prima perquisizione a casa della famiglia Moiseyenko, dopo la quale è stato avviato un procedimento penale contro Konstantin, il marito di Margarita. Un anno e mezzo dopo, sono state effettuate perquisizioni anche nelle case di Yelena Yatsyk e Galina Yatsik. Nel novembre 2021, l'investigatore V. S. Obukhov, noto per altri casi contro fedeli della regione dell'Amur, ha avviato un procedimento penale contro tre donne. Nel marzo 2023, il caso è andato in tribunale.

"La realtà oggi è che i civili sono irragionevolmente etichettati come estremisti", ha detto Margarita Moiseyenko prima della sentenza. "Sfortunatamente, il procuratore non stava cercando alcun segno di attività estremista, ma il modo in cui ho espresso la mia fede". Ha aggiunto: "Credere in Dio per me è come respirare. Se non mi è permesso di praticare pacificamente la mia fede perché si vedono segni di estremismo in essa, anche se non c'è alcun accenno a qualcosa del genere, mi sento come se non riuscissi a respirare.

Nella regione dell'Amur, 23 testimoni di Geova, tra cui cinque donne, sono già imputati in procedimenti penali per la loro fede.

Il caso di Margarita Moiseenko e altri a Zeya

Breve storia del caso
Nell’ottobre 2020 sono state effettuate perquisizioni in 8 case di testimoni di Geova, sotto la supervisione dell’FSB. Nel novembre 2021 è stato avviato un procedimento penale nei confronti di Margarita Moiseenko, il cui marito Konstantinè già stato condannato a 6 anni sospesi per aver creduto in Geova Dio, Galina Yatsyk e Yelena Yatsyk per aver partecipato alle attività di un’organizzazione estremista. Alle donne è stato dato un impegno scritto di non lasciare il posto. Nel marzo 2023, il loro caso è andato in tribunale. Il pubblico ministero ha chiesto da 2,5 a 3 anni di carcere per le donne. A settembre, il tribunale li ha condannati a pene sospese: Margarita Moiseenko a tre anni, Elena Yatsyk a due anni e mezzo e Galina Yatsyk a due anni. A novembre, un appello ha confermato il verdetto, escludendo il divieto di ricoprire determinate cariche.
Cronologia

Persone coinvolte

Caso penale

Regione:
Regione dell'Amur
Insediamento:
Zeya
Sospettato di:
Secondo l'indagine, "rendendosi conto che con le sue azioni mina le fondamenta dell'ordine costituzionale e della sicurezza dello Stato ... sono stati direttamente coinvolti nella... eventi religiosi".
Caso giudiziario nr.:
12107100001000049
Inizio caso:
22 novembre 2021
Stato attuale del caso:
Il verdetto è entrato in vigore
Inquirente:
Ramo del Servizio di sicurezza federale della Russia nella regione dell'Amur
Articolo del Codice Penale Russo:
282.2 (2)
Numero del procedimento giudiziario:
1-62/2023
Tribunale di primo grado:
Зейский районный суд Амурской области
Giudice del Tribunale di primo grado:
Иван Моисеенко
Sfondo