Caso di Stashevskiy a Sebastopoli

Casi di successo

Viktor Stashevskiy, un padre e un figlio premurosi che si prendono cura dell’anziana madre, hanno attirato l’attenzione delle forze dell’ordine. Il 31 maggio 2019, l’investigatore dell’FSB Andreev ha aperto un procedimento penale contro di lui per aver organizzato attività estremiste. Viktor è stato accusato di “propagandare le idee dei testimoni di Geova, tenere adunanze e tenere spettacoli religiosi”. Il caso prevede la testimonianza di un testimone segreto. Dopo 8 mesi di procedimenti giudiziari in relazione alle dimissioni del giudice, le udienze sono ricominciate, questa volta sotto la presidenza del giudice Pavel Kryllo. Il pubblico ministero ha chiesto che il credente fosse imprigionato in una colonia per 7 anni e il 29 marzo 2021 il tribunale distrettuale Gagarinsky di Sebastopoli lo ha condannato a sei anni e mezzo in una colonia a regime generale. La Corte d’Appello ha confermato il verdetto e il 13 settembre 2021 Viktor Stashevskiy è stato trasferito nella Colonia correzionale n. 9 del Territorio di Krasnodar.

  • #
    31 maggio 2019

    L'investigatore dell'FSB della Russia nella Repubblica di Crimea e nella città di Sebastopoli Andreev Y. A. avvia un procedimento penale per fede contro Viktor Stashevskiy ai sensi della Parte 1 dell'articolo 282.2. È accusato di "continuare le attività e promuovere le idee dei testimoni di Geova, tenere adunanze e tenere spettacoli religiosi".

  • #
    4 giugno 2019

    Gli agenti dell'FSB stanno conducendo una serie di perquisizioni in almeno 9 case di residenti di Sebastopoli. Ai credenti non vengono fornite copie dell'ordinanza del tribunale per la perquisizione, il protocollo di interrogatorio, la perquisizione dei locali viene effettuata senza la presenza dei proprietari degli appartamenti o è vietato il loro movimento. Le forze di sicurezza usano la forza contro una donna di 91 anni, minacciano altre persone di piantare droga, ricattano i parenti, danneggiano o rompono proprietà personali e impediscono loro di bere acqua o di andare in bagno per quattro ore.

    15 persone, tra cui Viktor Stashevskiy (nato nel 1966), diventano vittime innocenti delle forze dell'ordine. Dopo le perquisizioni, è stato arrestato e collocato in un centro di detenzione temporanea.

  • #
    5 giugno 2019

    Viktor Stashevskiy è stato scelto come misura preventiva sotto forma di un impegno scritto a non lasciare il luogo e rilasciato dalla custodia.

  • #
    8 luglio 2019

    Un'altra famiglia di credenti, Vladimir Petrovsky e sua moglie Victoria, è sotto perquisizione. Di conseguenza, Vladimir è stato arrestato.

  • #
    21 febbraio 2020

    L'investigatore dell'FSB F.A. Rybalka completa l'indagine sul caso di Viktor Stashevskiy e la sottopone al tribunale per l'esame nel merito.

    Stashevskiy è accusato di essere presumibilmente "l'ispiratore ideologico di un'organizzazione estremista, usando la sua autorità, le sue qualità volitive ben sviluppate e le sue capacità organizzative, nonché le speciali conoscenze e capacità di propaganda che ha precedentemente acquisito, [...] ha deliberatamente intrapreso azioni organizzative attive al fine di continuare le attività illegali di un'organizzazione estremista bandita dal tribunale".

  • #
    13 maggio 2020

    L'incontro inizia tardi e dura circa 45 minuti. La difesa informa la corte che il credente è stato processato esclusivamente per le sue convinzioni religiose, il che viola i suoi diritti costituzionali. Lo stesso imputato riferisce che l'accusa non gli ha dato la possibilità di familiarizzare con i materiali in modo completo, per cui il pubblico ministero riceve un rimprovero dal giudice.

  • #
    15 giugno 2020

    La prima udienza del caso di Viktor Stashevskiy si tiene presso il tribunale distrettuale Gagarinsky di Sebastopoli. La corte ammette il punto di vista del gruppo di lavoro delle Nazioni Unite, ma respinge la richiesta di registrazione video.

    In relazione al rifiuto dell'imputato di fornire i servizi di un avvocato a causa di difficoltà finanziarie, il giudice decide di lasciare il difensore d'ufficio. Il credente non ammette la colpa.

    Due testimoni dell'accusa sono sotto interrogatorio. Il primo, un ex membro della locale organizzazione religiosa cristiana (MHRO) dei testimoni di Geova, conferma che entrambi ne facevano parte, ma non si vedono da più di tre anni. Dopo l'ingiunzione, la MHRO non ha svolto alcuna attività, in quanto è stata liquidata. Il testimone distingue tra i concetti di persona giuridica (MHRO) e di gruppo religioso (riunione), spiegando che i testi biblici e i commentari non sono mai stati discussi nelle riunioni della persona giuridica, i canti non sono stati cantati, i video non sono stati visualizzati, ecc. Il ruolo dell'MHRO si limitava principalmente alla stipula di contratti di locazione di locali per grandi eventi. I partecipanti all'MHRO hanno soddisfatto da soli i loro bisogni spirituali.

    Il prossimo a testimoniare è l'ufficiale dell'FSB, il detective Dmitry Shevchenko. In un primo momento, conferma che la congregazione dei credenti Omega non faceva parte dell'MHRO, ma poi, rendendosi conto del suo errore, inizia a dare una testimonianza contraddittoria. Secondo lui, oltre ai fondatori, c'è un numero imprecisato di "parrocchiani" e "anziani" nella MHRO, e la parrocchia dei Testimoni di Geova, come la congregazione di Omega, non è un gruppo religioso.

    Dopodiché, il pubblico ministero e il giudice iniziano a respingere le domande di Stashevskiy e del suo avvocato con il pretesto che sono di natura supposizioni. Dopo la fine del processo, l'ufficiale dell'FSB ha iniziato a intimidire i presenti, fotografandoli con aria di sfida.

    La prossima udienza è fissata per il 30 giugno. L'interrogatorio dei testimoni dell'accusa continuerà.

  • #
    30 giugno 2020 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Contrariamente alla procedura stabilita, il giudice Valentin Norets inizia l'interrogatorio dei testimoni dell'accusa senza dare alle parti la possibilità di presentare mozioni.

    Entrambi i testimoni interrogati, essendo ex membri dell'MHRO (organizzazione religiosa cristiana locale), affermano che dopo il 20 aprile 2017 (data della decisione della Corte Suprema della Federazione Russa sulla liquidazione di 396 persone giuridiche, organizzazioni dei Testimoni di Geova), nessuna delle persone giuridiche, incluso Viktor Stashevsky, si è mai riunita, le attività dell'organizzazione liquidata non sono state discusse o riprese.

    I testimoni spiegano la differenza significativa tra un'entità giuridica e gruppi religiosi indipendenti non registrati: "MHRO era impegnata esclusivamente in attività economiche e legali, principalmente per la manutenzione del suo edificio di culto, nonché per la conclusione di contratti di locazione per grandi locali [...] Non c'erano canti, letture bibliche, studi di letteratura religiosa o video alle adunanze dell'MHRO".

    Ancora una volta, viene violata la procedura stabilita del processo. Nonostante il fatto che tutti i testimoni dell'accusa debbano essere interrogati per primi, il giudice chiama i testimoni della difesa. (Da parte dell'accusa, la testimone segreta "Ivanova Vasilisa Ivanovna" e la testimone D. B. Korkushko, che avrebbe assistito alle funzioni dei testimoni di Geova fino al 2017, rimangono indiscusse). Due testimoni della difesa danno una caratterizzazione positiva dell'imputato.

    Viktor Stashevskiy sta cercando di esercitare il suo diritto di presentare petizioni. Il giudice Norets respinge le sue richieste di registrazione video dell'udienza, di includere nell'accusa l'atteggiamento dell'imputato, nonché di produrre una copia audio dell'udienza precedente.

    La prossima udienza è fissata per il 21 luglio 2020.

  • #
    1 ottobre 2020

    A Sebastopoli, dalle 6 del mattino, le forze di sicurezza in mimetica hanno fatto irruzione nelle case dei fedeli in tre indirizzi, sono in corso perquisizioni. Due uomini vengono portati via per essere interrogati al dipartimento di una delle forze dell'ordine locali. Non è ancora noto se gli eventi speciali siano collegati al caso contro Viktor Stashevskiy.

  • #
    19 ottobre 2020

    Nel tribunale distrettuale Gagarinsky di Sebastopoli, in relazione al cambio di giudice nel caso, le udienze ricominciano. (Il giudice Valentin Norets si è dimesso, Pavel Kryllo è stato nominato nuovo giudice). Il pubblico ministero annuncia l'essenza dell'accusa. Il giudice Kryllo interroga un testimone dell'accusa, un dipendente dell'FSB di Sebastopoli, il detective Dmitry Shevchenko.

    Il tribunale allega ai documenti del caso che confermano che la madre 85enne di Viktor Stashevskiy ha bisogno di cure costanti, che solo suo figlio può fornirle.

  • #
    3 marzo 2021

    Un'altra udienza nel caso di Viktor Stashevskiy. L'avvocato nominato dell'imputato è assente a causa della partecipazione all'appello presso la Corte suprema della Crimea. La difesa del credente è rappresentata da un altro avvocato nominato la sera prima.

    Il tribunale ascolta la testimonianza dello specialista Panischev e il testimone da parte della difesa.

  • #
    11 marzo 2021

    Il giudice Pavel Kryllo dichiara inaspettatamente che il 16 marzo la corte potrà procedere al dibattito tra le parti. Pertanto, il giudice ignora la fase di esame dei materiali del caso.

  • #
    16 marzo 2021

    I partecipanti al processo prendono in considerazione prove materiali: registrazioni audio di riunioni religiose. Anche il prossimo incontro, previsto per il 22 marzo, sarà dedicato all'esame delle prove materiali.

  • #
    22 marzo 2021

    L'accusa chiede 7 anni di reclusione in una colonia a regime generale per Viktor Stashevskiy. Il 29 marzo 2021, il credente pronuncerà la sua ultima parola in tribunale e il tribunale pronuncerà una sentenza su di lui.

  • #
    23 marzo 2021
  • #
    29 marzo 2021 Dichiarazione finale

    Il tribunale distrettuale Gagarinsky di Sebastopoli condanna Viktor Stashevskiy a sei anni e mezzo in una colonia a regime generale. Il credente viene preso in custodia.

  • #
    20 maggio 2021

    L'avvocato fa visita a Viktor Stashevskiy nel centro di detenzione preventiva. Viktor è detenuto in una cella da 16 letti. Non si lamenta della sua salute, gli sono concesse passeggiate quotidiane. Il 24 aprile gli è stata data una copia della Bibbia, ma non l'ha ancora ricevuta. Il credente riceve regolarmente lettere di sostegno.

  • #
    10 agosto 2021 Corte d'Appello

    Il tribunale della città di Sebastopoli respinge il ricorso di Viktor Stashevskiy. Il verdetto entra in vigore.

  • #
    30 agosto 2021

    Dal centro di detenzione preventiva n. 1 nella Repubblica di Crimea e Sebastopoli, Viktor Stashevskiy viene trasferito in una delle istituzioni del Servizio penitenziario federale della regione di Volgograd. Quale è ancora sconosciuto.

  • #
    13 settembre 2021 L'ergastolo

    Si sa che Viktor Stashevskiy è arrivato alla colonia correzionale n. 9, situata all'indirizzo: Territorio di Krasnodar, distretto di Absheron, Khadyzhensk, via Griboyedov, 42. Sa scrivere lettere.

  • #
    20 settembre 2021 L'ergastolo

    L'avvocato fa visita a Viktor Stashevskiy nella colonia. Scopre che al suo arrivo, il credente è stato mandato in quarantena e successivamente in una cella di punizione (SHIZO). Stashevsky dice che dorme sul pavimento su un materasso, perché non può dormire su un letto pieghevole. Gli hanno rubato la biancheria intima e il cuscino è stato strappato. Nella cella di punizione, viene nutrito con porridge e patate schiacciate. L'amministrazione spiega la collocazione nella cella di punizione da una categoria seria dell'articolo, e non da violazioni da parte di Viktor.

    Non ha ancora ricevuto una sola lettera nella colonia di Khadyzhen e non può scrivere a nessuno a causa della mancanza di francobolli e buste. Rilegge le lettere che ha ricevuto nel centro di detenzione preventiva della Crimea e trova gioia in esse e nel leggere la Bibbia.

    Victor soffre di pressione alta e ha bisogno di farmaci. Inoltre, è preoccupato per sua madre, rimasta in Crimea (di recente ha subito un ictus e una grave frattura), e per sua moglie, che ha dovuto affrontare nuove difficoltà.

  • #
    14 dicembre 2021 L'ergastolo

    Si sa che per un'altra "violazione" - l'assenza di una targhetta su un maglione - Viktor Stashevsky è stato messo in una caserma di massima sicurezza per 1 mese. Lì, i prigionieri sono sotto chiave, infatti, si tratta di una prigione all'interno di una colonia. La dimensione della camera è di 1,5 per 2,2 metri, sorgendo alle 4:40 del mattino.

    Dal momento che Victor ha un buon rapporto con i suoi compagni di cella, gli hanno fornito tutto ciò di cui aveva bisogno prima di essere messo nel BUR. Si scoprì che alcuni di loro avevano già conosciuto i testimoni di Geova.

    Il credente ha un rapporto non conflittuale con l'amministrazione della colonia. Tuttavia, ciò non ha impedito loro di inasprire il regime di detenzione di Stashevsky. Si viene anche a conoscenza di un ordine tacito: coloro che sono stati condannati in base a un articolo estremista nel territorio di Krasnodar devono essere trattati rigorosamente in modo predefinito e indipendentemente dai motivi.

  • #
    22 dicembre 2021 L'ergastolo

    Stashevskiy è stato condannato a 6 mesi di detenzione in una stanza tipo cella singola (EPKT).

    Viktor Stashevskiy viene portato senza preavviso nella colonia correzionale n. 6 nel territorio di Krasnodar, situata nel villaggio di Dvubratsky. Fa molto freddo nella cella dove è collocato il credente. Stashevsky è costretto ad andare a fare passeggiate in pantofole, poiché tutti i suoi effetti personali e documenti sono rimasti nell'ex colonia. La sua carta Zonatelecom è stata bloccata nella nuova sede, quindi non ha la possibilità di chiamare i suoi parenti.

    All'arrivo all'EPKT, la Bibbia fu sequestrata a Stashevsky per essere verificata. Tuttavia, anche quando fu mandato nella colonia n. 6, ricevette 40 lettere inviate da compagni di fede dalla Russia, dal Kazakistan, dall'America, dall'Europa e persino dal Madagascar. Sono un grande incoraggiamento per Victor. Più di cento altre lettere non gli furono date a causa della menzione del nome di Dio in esse, sebbene ciò non sia proibito.

    A causa dell'inasprimento delle condizioni, Stashevsky ha diritto a una sola visita a breve termine e riceve un trasferimento in sei mesi.

  • #
    24 dicembre 2021 L'ergastolo

    L'avvocato che ha visitato Stashevsky riferisce che il credente non si lamenta della sua salute: fa esercizi ed esercizi di respirazione, e mantiene anche un atteggiamento positivo.

    Viktor dice al suo avvocato di essere stato messo in una cella di transito durante il suo trasferimento alla colonia n. 6 di Krasnodar. Lì incontrò Vasilij Meleško.

  • #
    13 gennaio 2022 L'ergastolo

    L'avvocato fa visita a Stashevsky nella colonia. Il credente non si lamenta della sua salute. Tuttavia, di recente ha avuto un'infezione virale respiratoria acuta: nell'unità medica gli è stato dato riposo a letto, gli sono stati prescritti e gli sono stati somministrati i farmaci necessari.

    Stashevsky non perde l'ottimismo, non ultimo ruolo in questo è giocato dalla capacità di ricevere corrispondenza. Con sorpresa del personale della colonia, in 4 mesi sono già state inviate più di 500 lettere al credente.

    I prigionieri trattano Victor con rispetto.

  • #
    28 giugno 2022

    Viktor Stashevskiy si trova nel centro di detenzione preventiva n. 1 nel territorio di Krasnodar in procinto di essere trasferito in un'altra colonia.

  • #
    29 giugno 2022 L'ergastolo

    Viktor Stashevskiy viene nuovamente portato nella colonia correzionale n. 9 nel territorio di Krasnodar, situata nella città di Khadyzhensk.

  • #
    13 settembre 2022 L'ergastolo

    Viktor Stashevskiy è detenuto da tempo in condizioni di detenzione rigorose nella colonia penale n. 9 di Khadyzhensk. Per ragioni sconosciute, il credente non è autorizzato a utilizzare né un account di acquisto né il diritto di effettuare telefonate. Inoltre, non gli è stata concessa una lunga visita con la sua famiglia.

    Le lettere vengono emesse solo parzialmente. Tutte le citazioni bibliche e il nome "Geova" sono cancellati. Il credente afferma che sono sorte difficoltà nel ricevere i pacchi a causa del fatto che la colonia indica informazioni errate sul destinatario del pacco.

  • #
    22 gennaio 2023 L'ergastolo

    Viktor Stashevskiy viene messo in una PKT (stanza tipo camera), dove rimarrà da solo almeno fino al 20 marzo. "La sofferenza che attraversiamo è temporanea", dice Victor a proposito del suo atteggiamento nei confronti di queste circostanze. "Perciò è importante continuare a tenere stretta la mano del nostro amorevole Dio".

  • #
    4 settembre 2023 L'ergastolo

    Viktor è detenuto in rigide condizioni di detenzione. Mantiene un atteggiamento positivo. Lo stato di salute è soddisfacente, ma è necessaria una visita da un dentista privato, poiché la colonia non fornisce le cure necessarie. Il credente ha scritto una domanda di trasferimento a Kerch (Crimea), più vicino al suo luogo di residenza, ma è stato rifiutato.

  • #
    2 ottobre 2023 L'ergastolo Rigide condizioni di detenzione

    Si viene a sapere che Victor è ancora una volta isolato in una stanza a camera singola.