Caso di Christensen a Orël

Breve storia del caso

Dennis Christensen è il primo Testimone di Geova nella Russia moderna ad essere imprigionato solo a causa della sua fede. È stato arrestato nel maggio 2017. L’FSB ha accusato il credente di aver organizzato le attività di un’organizzazione bandita sulla base della testimonianza di un testimone segreto, il teologo Oleg Kurdyumov di un’università locale, che ha conservato registrazioni audio e video segrete delle conversazioni con Christensen sulla fede. Non ci sono dichiarazioni estremiste o vittime nel caso. Nel 2019, il tribunale ha condannato Christensen a 6 anni di carcere. Il credente stava scontando la pena nella colonia di Lgov. Ha chiesto ripetutamente la sostituzione di parte del termine non scontato con una multa. Per la prima volta, il tribunale ha accolto la richiesta, ma l’ufficio del procuratore ha presentato ricorso contro questa decisione e l’amministrazione penitenziaria ha gettato il credente in una cella di punizione con accuse inventate. Christensen sviluppò malattie che gli impedirono di lavorare in prigione. Il 24 maggio 2022, il credente è stato rilasciato dopo aver scontato la pena ed è stato immediatamente deportato in patria, la Danimarca.