Il caso di Polevodov e altri a Khabarovsk

Casi di successo

I civili di Khabarovsk Nikolay Polevodov, Stanislav Kim, i coniugi Vitaliy e Tatyana Zhuk, Svetlana Sedova e Maya Karpushkina sono stati indagati dopo che la polizia antisommossa ha fatto irruzione in una festa amichevole in un caffè nel novembre 2018. Tre uomini sono stati mandati in un centro di detenzione preventiva e successivamente agli arresti domiciliari. Di conseguenza, il Comitato Investigativo ha accusato gli uomini di organizzare le attività di un’organizzazione estremista e le donne di parteciparvi. L’unica ragione è credere in Geova Dio e parlare della Bibbia con gli amici. 14 mesi del tribunale di primo grado hanno rivelato l’infondatezza dell’accusa e il caso è stato rinviato alla procura. Nel dicembre 2021 è tornata in tribunale. Nel giugno 2024, Polevodov, Zhuk e Kim sono stati mandati in una colonia penale rispettivamente per 8,5 anni, 8 anni e 4 mesi e 8 anni e 2 mesi. Tatyana Zhuk e Svetlana Sedova hanno ricevuto 5 anni di libertà vigilata e Maya Karpushkina ha ricevuto 4 anni di libertà vigilata. Kim e Polevodov sono stati contemporaneamente imputati in un altro procedimento penale per la loro fede e allo stesso tempo hanno difeso le loro convinzioni in un altro tribunale.

  • #
    10 novembre 2018

    È stato avviato un procedimento penale contro 6 residenti di Khabarovsk.

  • #
    12 novembre 2018

    Nikolay Polevodov, Stanislav Kim e Vitaliy Zhuk sono stati mandati al centro di detenzione preventiva.

  • #
    13 novembre 2018
  • #
    29 gennaio 2019

    Stanislav Kim è l'ultimo a lasciare il centro di detenzione preventiva, e ora tutti gli imputati del caso sono liberi con misure di contenzione più miti.

  • #
    18 luglio 2019

    Il caso viene sottoposto al Tribunale distrettuale industriale di Khabarovsk per l'esame nel merito.

  • #
    8 agosto 2019

    Il caso sarà esaminato dal giudice Vera Alexandrovna Pismennaya. È in corso un'udienza preliminare.

  • #
    30 agosto 2019

    È in corso un'udienza preliminare.

  • #
    9 settembre 2019

    Iniziano le udienze di merito. A causa dell'assenza di uno dei difensori, le prossime udienze si terranno il 28 ottobre (14:30), il 5 novembre (14:30), il 13 novembre (14:30). Il pubblico ministero dovrebbe annunciare le accuse e presentare le sue prove al tribunale il 28 ottobre.

  • #
    28 ottobre 2019

    Un'udienza preliminare del procedimento penale si sta svolgendo presso il tribunale distrettuale industriale di Khabarovsk. Il tribunale respinge la petizione di Stanislav Kim per aumentare il tempo di percorrenza. Il pubblico ministero legge l'atto d'accusa. Tutti e sei gli imputati esprimono il loro disaccordo con le accuse.

  • #
    5 novembre 2019

    Il tribunale esamina i testimoni. Secondo la testimonianza del testimone Dmitrieva, nel caffè "Alice" si è tenuta una festa, che è stata interrotta dalle forze dell'ordine 10 minuti dopo l'inizio. All'adunanza amichevole non sono stati proiettati video e non c'erano pubblicazioni. Il testimone Samokhina informa la corte che la festa non era un incontro di culto e conferma la testimonianza del testimone Dmitrieva. Il procuratore chiede l'elezione di un riconoscimento per non lasciare come misura preventiva per Nikolai Polevodov. L'organo giurisdizionale accoglie tale richiesta.

  • #
    7 novembre 2019
  • #
    5 dicembre 2019

    La corte continua a interrogare i testimoni dell'accusa. O. I. Negrulina, cassiera del caffè Alice, informa la corte che non sapeva che i testimoni di Geova si fossero radunati nel caffè. R. F. Kilimacher cerca di utilizzare l'articolo 51 della Costituzione della Federazione Russa, ma il tribunale non glielo consente. Il testimone riferisce che l'incontro nel caffè non era religioso. Spiega che la testimonianza che ha dato in precedenza è stata presa sotto pressione psicologica. Il testimone Kilimacher fornisce spiegazioni di credo in risposta alle domande dell'imputato Kim. Il giudice si chiede se solo i testimoni di Geova saranno salvati durante l'imminente giudizio di Dio. È colpita dalla risposta del testimone che solo Dio decide e non vuole che nessuno muoia. D. Sugak viene interrogato. Conduceva uno stile di vita antisociale e non è più un Testimone di Geova dal 2016. Fornisce tutte le testimonianze relative a un periodo successivo basandosi solo sulle sue ipotesi. Sugak crede che i testimoni di Geova non smetteranno mai di predicare, e in molti paesi lo fanno senza alcuna registrazione legale.

  • #
    18 dicembre 2019
  • #
    20 dicembre 2019

    La riunione è sospesa.

  • #
    17 gennaio 2020

    Udito.

  • #
    18 gennaio 2020

    Vitaliy Zhuk è stato rilasciato dagli arresti domiciliari.

  • #
    2020-01-28, 2020-02-04, 2020-02-13, 2020-02-18

    Durante le udienze in tribunale, l'interrogatorio dei testimoni dell'accusa continua. Le loro testimonianze suggeriscono che il 10 novembre 2018 si è tenuta una festa per bambini al caffè Alice, non un incontro religioso. Polevodov e Kim non hanno fatto alcun discorso, non hanno distribuito letteratura e non hanno chiesto di commettere alcuna azione illegale. Si suonavano canzoni con la chitarra, i bambini recitavano poesie, recitavano scene. L'ingresso alla sala era gratuito. I testimoni spiegano che la distribuzione di medaglioni di cartone a forma di pecore con i nomi di personaggi biblici all'incontro non è stata fatta allo scopo di identificare gli ospiti, ma faceva parte di un programma di intrattenimento.

    Gli interrogati spiegano che gli insegnamenti dei testimoni di Geova incoraggiano il rispetto per l'autorità, si prendono cura della famiglia, evitano la violenza e si prendono cura della loro salute.

    Il giudice Vera Pismennaya ritiene inammissibile la testimonianza di due minorenni che hanno partecipato all'incontro nel bar, poiché l'insegnante non era presente durante il loro interrogatorio.

    Il giudice soddisfa la richiesta del pubblico ministero di convocare un esperto in tribunale.

    Il pubblico ministero inizia ad annunciare i materiali del procedimento penale.

  • #
    7 aprile 2020 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    L'incontro è stato rinviato.

  • #
    14 maggio 2020 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    L'incontro è stato rinviato al 26 maggio 2020.

  • #
    23 giugno 2020 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    All'udienza sono presenti solo gli avvocati. Il giudice respinge le richieste degli imputati di rinviare le udienze a causa del regime di autoisolamento a Khabarovsk e sostiene la richiesta del pubblico ministero di garantire la comparizione forzata di tutti gli imputati.

  • #
    30 giugno 2020

    L'udienza si svolge in un piccolo ufficio in cui è impossibile garantire la distanza consigliata di 1,5 metri.

    Il giudice ha accolto tre richieste: l'avvocato Svetlana Sedova di ritirarsi dal caso, Stanislav Kim di rifiutare i servizi di uno degli avvocati e Vitaly Zhuk di rinviare l'udienza a causa del suo stato di salute.

  • #
    13 luglio 2020

    Il giudice accoglie le mozioni di ritiro dal caso di altri due avvocati che rappresentano gli interessi di Stanislav Kim e Vitaliy Zhuk. A loro sono assegnati difensori d'ufficio.

    La ripetuta petizione di Vitaliy Zhuk di rinviare l'udienza a causa delle sue condizioni di salute è in fase di valutazione. Il giudice Vera Pismennaya dichiara la sua insoddisfazione per il ritardo nel processo e invia una richiesta all'ospedale dove Zhuk è in cura. Ciononostante, sostiene la petizione di Zhuk e fissa la prossima udienza per il 3 agosto 2020.

  • #
    3 agosto 2020 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il giudice del tribunale distrettuale industriale di Khabarovsk Vera Pismennaya restituisce al pubblico ministero il procedimento penale contro Kim, Polevodov, i coniugi Zhuk, Sedova e Karpushkina, 71 anni. Le ragioni di ciò sono state le violazioni commesse dalla conseguenza, che non possono essere eliminate in tribunale. Ad esempio, l'inchiesta accusa infondatamente i credenti di aver organizzato le attività di un'organizzazione vietata, mentre non può nominare chi, dove, quando e come ha coordinato e coordinato queste attività; da chi, quando, dove e che tipo di letteratura è stata distribuita; chi, dove, quando e in quale forma ha attratto i membri dell'organizzazione e come hanno distribuito le loro funzioni; Non è specificato cosa si esprima esattamente nell'organizzazione di incontri e molto altro.

    È interessante notare che il procedimento penale è andato in tribunale nel luglio 2019. La corte interrogò tutti i testimoni in buona fede, ma l'essenza dell'accusa non fu mai chiarita. (Tutti i 162 casi contro i Testimoni di Geova, che, ad agosto 2020, sono oggetto di indagine, sono in corso di esame o sono già stati esaminati dai tribunali di 57 regioni della Russia, sono caratterizzati da tale incertezza).

    Il pubblico ministero presenterà ricorso contro la decisione del tribunale di rinviare il procedimento penale all'ufficio del pubblico ministero.

  • #
    29 settembre 2020

    Il tribunale regionale di Khabarovsk sta esaminando l'appello dell'ufficio del procuratore contro la decisione del tribunale distrettuale industriale di Khabarovsk del 08/03/2020 di rinviare il procedimento penale contro 6 credenti: Nikolai Polevodov, Stanislav Kim, Vitaly Zhuk, Tatyana Zhuk, Svetlana Sedova, Maya Karpushkina.

    I credenti e i loro avvocati chiedono di confermare la decisione del tribunale distrettuale.

    Stanislav Kim spiega al giudice che le conversazioni con altri su Dio non richiedono la partecipazione a nessuna entità legale ed esistevano molto prima della loro comparsa.

    Nikolay Polevodov ricorda alla corte che la Federazione Russa fa parte della comunità mondiale e si è impegnata a non violare i diritti e le libertà dei cittadini alla religione.

    Il giudice chiede un commento sulla posizione dell'indagine, secondo cui i credenti sapevano del divieto per le persone giuridiche, le organizzazioni religiose dei Testimoni di Geova.

    "Non ho mai fatto parte di nessuna entità legale. Credo solo a ciò che è scritto nella Bibbia. So che il nome di Dio è Geova. Lo prego, queste sono le mie convinzioni. Li ho avuti per metà della mia vita e non dipendono in alcun modo dalle decisioni prese dal tribunale. E questo è sancito dall'articolo 28 della Costituzione della Russia", risponde Nikolai Polevodov.

    L'udienza è stata rinviata al 12.10.2020. Sono previsti dibattiti e discorsi degli imputati con l'ultima parola. Lo stesso giorno, il giudice può decidere in merito alla decisione.

  • #
    12 ottobre 2020 Corte d'Appello

    L'udienza d'appello continua presso il tribunale regionale di Khabarovsk. Il giudice Irina Koroleva conferma la decisione del tribunale di grado inferiore di rinviare il procedimento penale all'ufficio del pubblico ministero.

  • #
    15 dicembre 2021

    Il caso contro Nikolay Polevodov e altri cinque credenti è di nuovo sottoposto al Tribunale Industriale di Khabarovsk. Sarà preso in considerazione dal giudice Roman Chiskovsky.

  • #
    21 marzo 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Nel tribunale distrettuale industriale di Khabarovsk inizia un nuovo processo sul caso.

  • #
    29 aprile 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    L'udienza si svolge senza uditori.

    Nikolay Polevodov ha presentato una petizione per la trasmissione online del processo, ma il giudice ha rifiutato.

    A causa dell'assenza di testimoni dell'accusa, il pubblico ministero propone di modificare l'ordine delle udienze. Il processo inizia con l'esame delle prove scritte.

    Vengono lette le trascrizioni delle attività di ricerca operativa, durante le quali vengono registrate le conversazioni dei credenti tra loro. Una degli avvocati, che non conosceva mai i testimoni di Geova, dice di essere rimasta piacevolmente sorpresa dalla comunicazione rispettosa tra le persone e dall'assenza di linguaggio osceno nella registrazione audio.

  • #
    17 maggio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il pubblico ministero continua a leggere le prove scritte. Legge estratti di memorandum, i risultati delle osservazioni fornite dagli analisti dell'FSB.

  • #
    30 giugno 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il pubblico ministero chiede la divulgazione della dichiarazione giurata di uno dei testimoni perché non riesce a trovarlo. La difesa obietta, sostenendo che l'accusa non ha fatto di tutto per garantire la comparsa di questo testimone, e la sua testimonianza è importante per la difesa. Il giudice respinge la mozione dell'accusa.

    Il pubblico ministero continua a leggere il materiale del caso.

  • #
    25 luglio 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il pubblico ministero fornisce all'organo giurisdizionale un certificato attestante che il testimone menzionato in precedenza non è in grado di comparire in tribunale per motivi di salute e chiede la lettura della sua dichiarazione giurata. Gli avvocati e gli imputati obiettano, affermando che nel tempo la salute del testimone potrebbe migliorare e sarà in grado di parlare in tribunale. Il giudice respinge nuovamente la richiesta del pubblico ministero.

  • #
    27 settembre 2022 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il pubblico ministero continua a leggere selettivamente i materiali del caso. Dopo l'annuncio delle caratteristiche e dei dati del passaporto degli imputati, Tatyana Zhuk richiama l'attenzione della corte sul fatto che la descrizione della polizia non indica il suo indirizzo e le sue iniziali.

  • #
    18 gennaio 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale sta esaminando una registrazione video di una riunione religiosa. La registrazione non è commentata, tale opportunità sarà fornita agli imputati al termine della visione.

    Oltre agli imputati e ai loro avvocati, solo un ascoltatore è ammesso in aula.

  • #
    29 marzo — 5 aprile 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    La corte continua a guardare i video del fascicolo del caso

  • #
    31 maggio 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il giudice accoglie la richiesta di Nikolay Polevodov di fare una registrazione audio del processo.

  • #
    Giugno — Agosto 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Alle adunanze vengono visionate le registrazioni video dei servizi di culto.

  • #
    9 giugno 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Tatiana Zhuk ha presentato una mozione per la registrazione audio, che il giudice ha soddisfatto.

    Il tribunale esamina le registrazioni video degli eventi di culto che sono tra le prove materiali.

  • #
    27 settembre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Vengono prese in considerazione prove materiali, tra cui il libro dello studioso religioso Sergej Ivanenko "A proposito di persone che non si separano mai dalla Bibbia".

  • #
    11 ottobre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    L'esame delle prove materiali è in corso. Il giudice legge ad alta voce alcuni paragrafi del libro dello studioso di religione Ivanenko, in cui si dice che i princìpi dell'interazione fra i testimoni di Geova si basano sull'esempio della società cristiana del I secolo, descritto nella Bibbia. Caratterizza anche gli aderenti alla dottrina come cittadini pacifici che non rappresentano una minaccia per la società.

    Stanislav Kim prova più volte a commentare ciò che ha letto, ma il giudice lo interrompe.

  • #
    18 ottobre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Stanislav Kim presenta una mozione per rifiutare i servizi di un avvocato su nomina. Il pubblico ministero si oppone. Il giudice decide che Kim ha nominato un avvocato difensore.

  • #
    25 ottobre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Inizia l'esame delle prove materiali sequestrate a Nikolai Polevodov. Il giudice esamina una cartolina, Bibbie, un libro con canti religiosi, una ricevuta di un negozio di articoli per bambini sull'acquisto di mobili, un quaderno con disegni di farfalle. Vengono annunciate le informazioni contenute nei frontespizi dei libri, così come i titoli delle canzoni ("Beati i misericordiosi", "Fateci conoscere dall'amore") e stralci di note personali: "Sii onesto in tutto. Dio non inganna mai. Sii onesto su tutto".

    Quindi vengono esaminate le prove materiali sequestrate a Vitaliy Zhuk. Il tribunale esamina buste, Bibbie e quaderni con appunti personali.

  • #
    17 novembre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Continua lo studio delle prove materiali sequestrate alla famiglia Zhukov. Il tribunale sta esaminando quaderni con testi scritti a mano sull'importanza di mantenere un atteggiamento equilibrato nei confronti dell'alcol e sconfiggere il male con il bene, cartelle con documenti datati 2011, una cartella con indovinelli basati su testi biblici.

  • #
    6 dicembre 2023 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il giudice legge i nomi delle prove materiali nella scatola. Tuttavia, si scopre che non tutti appartengono a nessuno degli imputati, come sostengono.

  • #
    27 dicembre 2023 Accordo di riconoscimento Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale sceglie una misura restrittiva per Nikolay Polevodov, Stanislav Kim e Vitaliy Zhuk sotto forma di un impegno scritto a non lasciare il luogo.

    Viene esaminato un video del caffè "Alice", realizzato nel novembre 2018, che mostra solo i dipendenti del bar che svolgono le loro mansioni lavorative.

  • #
    9 gennaio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    La difesa ritiene che il giudice sia personalmente interessato all'esito del caso, e quindi lo contesta. Nella petizione si legge: "Il giudice ha ripetutamente dimostrato un atteggiamento che esprime evidente ostilità nei confronti degli imputati... Il giudice ha ammesso le dichiarazioni ... che la sentenza emessa dopo il nuovo anno [2024] sarà molto più dura". E prosegue: "I presidenti hanno ripetutamente chiarito che il verdetto del procedimento penale sarà inequivocabilmente colpevole ... La corte ha dato istruzioni agli imputati su cosa dire nella loro testimonianza e cosa non dire".

    Il pubblico ministero non appoggia la petizione, il giudice la respinge.

  • #
    17 gennaio 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Il tribunale continua a indagare su prove materiali, comprese le registrazioni video di un incontro amichevole in un caffè.

  • #
    22 febbraio 2024 Corte d'Appello Accordo di riconoscimento

    Il tribunale regionale di Khabarovsk annulla le decisioni del tribunale di grado inferiore sull'elezione di una misura preventiva per Kim, Polevodov e Zhuk sotto forma di impegno scritto a non partire.

  • #
    29 marzo 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    La difesa ha presentato tre mozioni: per riconoscere l'esame religioso come prova inammissibile e per escluderlo dal fascicolo; sul riconoscimento delle registrazioni video dell'AMP e di alcuni documenti relativi alla loro ricezione come illegali e soggetti a sequestro dai materiali del caso; sul rinvio del procedimento penale al pubblico ministero. Il giudice respinge tutte e tre le mozioni.

    I convenuti chiedono l'inclusione di caratteristiche, certificati sanitari e certificati di mancanza di informazioni che dimostrino di essere mai stati i fondatori di qualsiasi persona giuridica. Il tribunale pignora.

    Il giudice allega al fascicolo anche la decisione della Corte europea dei diritti dell'uomo "Taganrog e altri 19 reclami".

  • #
    17 aprile 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Nikolay Polevodov testimonia in tribunale. Egli richiama l'attenzione dell'uditorio sul seguente fatto: "L'atto d'accusa afferma che "ero consapevole del pericolo pubblico e della natura illecita delle mie azioni e desideravo commetterle". Questa affermazione non è vera, perché mi sono reso conto che le mie azioni non violavano in alcun modo la legislazione della Federazione Russa e non rappresentavano alcun pericolo per nessuno ... Ho anche capito chiaramente che il mio stile di vita non rappresentava una minaccia per la società".

    Il credente osserva anche: "A sua volta, l'indagine non ha fornito un solo fatto che dimostri che, con il mio modo di credere in Dio, ho esposto qualcuno a qualsiasi pericolo, ho offeso i sentimenti di qualcuno o ho causato qualsiasi altro danno. […] L'accusa stessa non crede davvero che io possa essere pericoloso per la società in cui mi trovo... Da agosto 2019 non ho avuto alcuna misura preventiva. Ma il mio intento e i miei obiettivi non sono cambiati affatto da allora. Sono ancora decisa ad adorare il mio Dio, Geova, e a mostrare amore per il mio prossimo".

  • #
    23 aprile 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Vitaliy Zhuk dà la sua testimonianza: "Sono accusato di aver indotto la rottura della famiglia e delle relazioni familiari. Non sono assolutamente d'accordo. […] Anche se a volte vari psicologi e consulenti familiari suggeriscono di separarsi per motivi minori, i testimoni di Geova cercano di tenere unita la famiglia. La mia famiglia ha quasi 30 anni. Anche altri imputati sono felicemente sposati da decenni".

    Il credente prosegue: "I video delle funzioni religiose, i pensieri che vi si ascoltano, mostrano chiaramente che i testimoni di Geova e l'estremismo sono concetti completamente incompatibili. Per quanto riguarda il collegamento con organizzazioni e persone giuridiche vietate, questa parte dell'accusa non è confermata da nulla".

  • #
    27 aprile 2024 Udienza dinanzi a un tribunale di primo grado

    Testimoniano anche Tatiana Zhuk, Stanislav Kim e Svetlana Sedova.

    Zhuk racconta alla corte: "In precedenza, io stessa lavoravo come maestra d'asilo e organizzavo vari eventi che erano sia divertenti che allo stesso tempo istruttivi. E vi hanno partecipato sia bambini che adulti... E andava bene così. Perché un evento del genere, organizzato privatamente tra i credenti, è un crimine?"

    Inoltre, la credente nota che non era presente all'evento nel caffè "Alice", anche se il fascicolo del caso rileva che quel giorno le sue "azioni criminali sono state soppresse". Richiama poi l'attenzione della corte sul fatto che nel fascicolo del caso la sua caratterizzazione contiene i dettagli di un'altra donna con cui condivide lo stesso cognome. Dice: "L'ho detto all'udienza. Tuttavia, la caratteristica non è stata rimossa.

    Stanislav Kim dice: "Quando sono stato assunto, ho comunicato al dipartimento delle risorse umane che ero testimone di Geova... Il servizio di sicurezza ha condotto un controllo approfondito e non ha visto nulla di illegale nelle mie convinzioni religiose. Al contrario, durante il mio servizio, sono stato ripetutamente premiato con diplomi e riconoscenza, ho ricevuto incentivi che sono registrati nel mio libro di lavoro. Questo dimostra che sono utile alla società e non rappresento alcuna minaccia".

    Svetlana Sedova spiega: "L'atto d'accusa afferma che 'ho usato il mio appartamento per gli scopi dell'LRO (organizzazione religiosa locale) per tenere riunioni". Nei materiali esaminati durante l'indagine giudiziaria, non vi è alcuna prova che l'appartamento sia stato utilizzato da alcuna persona giuridica. Ciò non è confermato dalle deposizioni dei testimoni. La Bibbia ci insegna a essere ospitali, così ho messo a disposizione il mio appartamento per riunirci con gli amici. […] Non è illegale invitare ospiti a casa tua. Anche adorare Dio con gli amici non è proibito dalla legge".

  • #
    27 maggio 2024 Il pubblico ministero ha chiesto la punizione Procedimenti giudiziari nei confronti di diversi membri della famiglia Anziano

    Il pubblico ministero chiede la punizione per gli imputati: Nikolai Polevodov, Vitaliy Zhuk e Stanislav Kim a 9 anni di reclusione in una colonia a regime generale con restrizione della libertà per 1 anno e 6 mesi e il divieto di impegnarsi in attività pubbliche e religiose per 8 anni; Tatyana Zhuk, Svetlana Sedova e Maya Karpushkina sono state condannate a 5 anni di reclusione con sospensione condizionale della pena con un periodo di prova di 5 anni e la restrizione della libertà per 11 mesi.

  • #
    5 giugno 2024 Argomenti conclusivi per la difesa

    Arbitro: Roman Chiskovsky. Tribunale distrettuale industriale di Khabarovsk (Khabarovsk, via Soyuznaya, 23). Orario: 10:00.

  • #
    20 giugno 2024 Dichiarazione finale In aula Procedimenti giudiziari nei confronti di diversi membri della famiglia Anziano

    Gli imputati fanno le loro dichiarazioni finali.

  • #
    24 giugno 2024 Sentenza di primo grado Procedimenti giudiziari nei confronti di diversi membri della famiglia Anziano Privazione della libertà Sospensione condizionale della pena Art. 282.2 (1) Art. 282.2 (2)